Tra le varie app per iOS dedicate a Twitter, oltre a quella ufficiale (che proprio ieri ha ricevuto un corposo aggiornamento), ha fatto molta presa Tweetbot. Applicazione a pagamento in mezzo a molte rivali forti, anche gratuite, ha saputo guadagnarsi la sua fedele e crescente schiera di utenti grazie alle sue numerose funzionalità che migliorano sensibilmente l'esperienza su Twitter. Tra le feature più interessanti citiamo ad esempio le timeline multiple, che, soprattutto se si seguono molte utenze, diventano molto comode e consentono, basandosi sulle liste di Twitter, di leggere solo i tweet che più interessano in quel momento, con la possibilità di passare da una timeline all'altra in qualsiasi momento. Per scoprire nel dettaglio altre funzioni dell'applicazione di Tapbots invitiamo alla lettura di questo articolo che, sebbene sia del 2011, è ancora più che buono e attuale.

Finora gli sviluppatori di Tweetbot non si erano ancora spinti al di fuori di iOS (l'unica applicazione Tapbots disponibile anche per OS X era Pastebot Sync). L'approdo sui Mac, però, era solo questione di tempo. Ed ecco che la prima Alpha di Tweetbot per OS X è finalmente disponibile.

Essendo ancora una versione in via di sviluppo, al momento è resa disponibile gratuitamente. Il rilascio finale sarà invece a pagamento sul Mac App Store, con dettagli e prezzi che saranno divulgati successivamente. L'app ricalca abbastanza fedelmente la versione per iOS, dunque chi è già abituato a utilizzarla si troverà subito a proprio agio.

L'obiettivo finale degli sviluppatori è proprio quello di raggiungere una parità funzionale tra le due varianti dell'applicazione. Missione che, per loro stessa ammissione, necessiterà di un po' di tempo per essere completata. Del resto, è solo un'Alpha, e feature mancanti così come bug del tipo più disparato sono parte del gioco, dunque ogni tester dev'esserne consapevole. Non manca comunque tutto ciò che è necessario per l'utilizzo quotidiano, incluse le timeline multiple di cui abbiamo accennato a inizio articolo.

Non è tempo di giudizi: si vede che siamo davanti a un progetto ancora ai nastri di partenza e sarebbe poco rispettoso emettere già sentenze, sia in negativo sia in positivo. Invitiamo gli utenti iOS/OS X affezionati a Tweetbot e più in generale tutti coloro che sono interessati a dargli una prova, evitando però di utilizzarlo come client primario al posto di quello utilizzato finora, dato che non è assolutamente pronto. Tweetbot supporterà in questa fase iniziale Lion e Mountain Lion, per poi concentrarsi su quest'ultimo con la versione finale dell'app. La compatibilità con i Retina Display dei nuovi MacBook Pro, per ora, è solo parziale e sarà migliorata nelle prossime build, mentre il supporto per il Centro Notifiche e iCloud non arriverà prima del rilascio sul Mac App Store.