Come promesso, iniziamo da dove ci eravamo fermati poco fa nella prima parte dedicata alle novità provenienti dall'IFA 2012, tutta dedicata a Sony, e passiamo ora a parlare di Samsung. L'azienda coreana ha ufficializzato svariati prodotti, dando stavolta molta enfasi alle soluzioni con sistemi operativi Microsoft. Ma andiamo con ordine e partiamo da quello che probabilmente è stato il piatto forte del keynote: il Galaxy Note II.

Immagine da The Verge.

Molto simile nell'aspetto al Galaxy S III, il nuovo Note presenta un display da 5,5", a risoluzione 1280x720 e Super AMOLED come nel precedente. Samsung, però, ha lavorato affinché i difetti emersi dall'uso della tecnologia pentile fossero risolti o quantomeno mitigati, ottenendo risultati considerati nelle prime prove accettabili sebbene non ancora al livello dei dispositivi dotati di altre tecnologie come IPS. Il comparto hardware non ha nulla da invidiare ai tablet più grandi, grazie al chip quad-core da 1,6 GHz e a 2 GB di RAM. Al di là della potenza bruta, molte delle caratteristiche sono condivise con l'S III, inclusa fotocamera da 8 Megapixel, NFC e personalizzazioni software tramite l'interfaccia TouchWiz. Esclusiva del Note II, come per il predecessore, sono le applicazioni della serie S Pen, volte a migliorare l'esperienza d'uso col pennino, fornito in dotazione. Tra i miglioramenti apportati su questo versante si segnala Air View, che consente di ottenere anteprime dei contenuti semplicemente passandovi sopra col pennino, il quale in questa modalità si può distanziare dallo schermo fino a circa 1 cm. A dare manforte a tutta la "potenza di fuoco" del prodotto è da segnalare la batteria da 3100 mAh. Il Galaxy Note II sarà disponibile in commercio a partire dal prossimo trimestre con possibilità di scelta per capacità di archiviazione, da 16 a 64 GB, e colore della scocca, bianca o grigia titanio. I prezzi al momento non sono stati resi noti, mentre vi è certezza sulla presenza di Android Jelly Bean preinstallato.

Non è stato presentato solo il nuovo Note: ha avuto il suo spazio anche la nuova Galaxy Camera, che in modo simile a quanto fatto recentemente da Nikon fa incontrare Android e le fotocamere digitali. Ne avremo modo di parlare più approfonditamente domani nell'articolo dedicato alle novità fotografiche.

Da Galaxy ad Ativ, da Android a Windows Phone 8, anticipando persino il partner prediletto dell'azienda di Redmond, ossia Nokia. La famiglia Ativ raccoglie il testimone della precedente Omnia, mettendo anche in pratica la volontà di un nuovo inizio da parte di Microsoft per il suo sistema operativo mobile. Ad aprire le danze sarà l'Ativ S, definibile per molti versi la controparte Windows del Galaxy S III, viste le somiglianze a livello estetico.

Immagine da The Windows Blog.

Schermo Super AMOLED a risoluzione HD e con Gorilla Glass, nonché un processore dual-core da 1,5 GHz (molto probabilmente Qualcomm, dato che è il partner di testa per quanto riguarda le CPU dei terminali Windows Phone 8), sono le caratteristiche di rilievo dell'Ativ S, alle quali si aggiungono 1 GB di RAM, doppia fotocamera (posteriore da 8 Megapixel, anteriore da 1,9), tecnologia NFC e batteria da 2300 mAh. I tagli disponibili saranno da 16 e 32 GB, con la possibilità di espanderli tramite microSD. Al momento non sono dati sapere né i prezzi né il periodo di uscita, in particolare perché Microsoft non ha ancora a sua volta ufficializzato quando Windows Phone 8 sarà effettivamente commercializzabile. I più recenti rumor parlano di fine ottobre a ridosso del "fratellone" Windows 8, motivo per cui vale la pena pensare a Samsung in prima linea insieme a Nokia per quanto riguarda l'offerta iniziale di dispositivi.

Non solo smartphone: la serie Ativ accoglie al suo interno anche tablet. L'Ativ Tab rappresenta inoltre il primo device ufficializzato con Windows RT preinstallato, ossia la variante per processori ARM di Windows 8 (nella quale è inclusa anche una copia di Office 2013, al momento ancora allo stadio di Preview).

Immagine da The Verge.

Questo prodotto è dotato di CPU Qualcomm Snapdragon dual-core da 1,5 GHz, molto simile a quello dell'Ativ S, affiancato da 2 GB di RAM. Il display è da 10,1" a risoluzione 1366x768, di questi tempi considerabile senza infamia e senza lode, e al di sopra non manca la videocamera frontale per Skype e soci. La connettività e l'espandibilità, per la fascia di mercato a cui appartiene, sono quasi complete: per la prima è possibile contare a bordo su NFC, Wi-Fi e Bluetooth 4.0, mentre per la seconda a disposizione si hanno una porta uHDMI, una USB 2.0 e uno slot microSD. Il tutto dotato di una batteria da 8.100 mAh e racchiuso in un involucro da 728 g di peso e 9,9 mm di spessore. Il periodo di lancio al momento non è stato comunicato; note invece sono le due versioni da 32 e 64 GB.

Per chi avesse bisogno di maggiore versatilità e supporto alle normali applicazioni x86 di Windows, cosa che la versione ARM non può offrire date le differenze di architettura, la serie Ativ comprende altri due modelli: Smart PC e Smart PC Pro.

Si tratta di due convertibili con display da 11" Full HD, a cui può essere collegata una docking station comprensiva di tastiera e touchpad. Lo schermo è anche dotato di digitalizzatore per l'uso col pennino. Al di là della parte più esteriore, i due modelli si differenziano per l'hardware: Intel Atom per lo Smart PC, Core i5 per lo Smart PC Pro. A variare sono anche RAM (da 2 a 4 GB) e SSD (da 128 a 256 GB). Entrambi i tablet offrono porte microHDMI, USB (in standard 3.0 per lo Smart PC Pro) e slot per microSD, a cui possono essere aggiunte altre due porte USB 2.0 fornite dalla docking station. La durata dichiarata è di 13,5 ore per lo Smart PC e di 8 per la variante Pro. Anche in questo caso, al momento, nulla riguardo a tempi e prezzi di lancio.

Concludiamo l'excursus relativo a Samsung e in generale alla prima giornata di IFA 2012 parlando delle novità inerenti i tablet della Serie 5 e 7. Esteticamente sono molto simili agli Ativ Smart PC visti poco sopra, e anche in questo caso parliamo di convertibili con la possibilità di collegarci una docking station fornita di tastiera e touchpad.

Immagine da The Verge.

Entrambi dotati di processore Intel, il Serie 7 Slate si differenzia dal modello minore per il display Full HD per un maggior quantitativo di RAM e SSD, rispettivamente 4 e 128 GB. Per il Serie 5 Slate queste due caratteristiche sono dimezzate, mentre lo schermo scende a risoluzione 1366x768. Come per l'Ativ Smart PC, anche in questo caso si trovano digitalizzatore e relativo pennino per sfruttarlo. I due modelli arriveranno sul mercato in contemporanea col lancio di Windows 8 il 26 ottobre, con prezzi per gli USA di 649 e 749 $, docking station esclusa. Nello stesso periodo, anche gli ultrabook della Serie 5 riceveranno il trattamento touchscreen per rispondere alle nuove richieste del prossimo sistema operativo Microsoft.

È tutto per le novità non fotografiche di Sony e Samsung dall'IFA 2012. Appuntamento a domani per completare il quadro con le fotocamere Sony e il Samsung Galaxy Camera. Nel frattempo, continueremo a seguire con attenzione l'evento tedesco, dal quale non mancheremo di riportarvi le più importanti novità che emergeranno nel corso dei prossimi giorni.