La divisione fotografica di Sony è in positivo. Anche in questo periodo di clima tempestoso, sia economico che meteorologico, continua ad essere in cima nel mercato fotografico globale grazie ad un'offerta molto ricca e di qualità. A poche settimane dal Photokina i rumors sulle novità della casa nipponica si intensificano con alcune promesse davvero allettanti in ogni ambito.

Per le mirrorless della serie NEX sono attesi due nuovi corpi a completare il rinnovamento della gamma iniziato con la recente F3. La NEX 5R andrà a sostituire la 5N, introducendo due gustose novità. La prima sarà l'introduzione del display a doppio braccio, già visto sulla A77 e poi sulla NEX F3, che consentirà di avere maggiore movimento rispetto quello attuale con il completo ribaltamento nella zona superiore, utile per le auto inquadrature. La seconda sarà la presenza del WiFi con un supporto completo ad internet, probabilmente anche con la possibilità di scaricare app.

sony-nex-f3

Quest'ultima caratteristica dovrebbe essere condivisa anche con la NEX 6, un modello tutto nuovo che si propone come una NEX 7 leggermente più economica, dove uno degli elementi sacrificati per il contenimento dei costi sarà la risoluzione del mirino elettronico.

Ci sono anche dei rumors particolarmente ghiotti sul fronte ottiche, probabilmente il principale tallone d'Achille delle mirrorless di casa Sony. Sono previsti tre obiettivi E-mount e, se dovessero essere presentati tutti, le NEX otterrebbero una decisa spinta di qualità. Si parla, infatti, di un interessantissimo zoom standard, luminoso e stabilizzato, con focale equivalente a 24-75mm (E16-50 F2.8 OSS) probabilmente basato sullo schema ottico dell'ottimo SAL1650 della serie alpha. Nell'elenco delle novità possibili appare anche un attesissimo grandangolo (E11-18 F3.5-4.5) ed un luminoso 35mm (E35/1.8) che, su APS-C, rende più o meno come un normale (simile al modello DX di casa Nikon).

Sony-A99

Parlando della serie alpha, para sia finalmente giunta l'ora della A99, la prima DSLT fullframe di Sony. In merito il corpo macchina, che prenderà il posto della A900, sono emerse ieri delle novità davvero interessanti, specie perché considerate attendibili al 100%. Sony ha sviluppato questa nuova fotocamera come un ibrido foto/video, sfruttando tutta la propria esperienza in entrambi i settori. In sostanza si può pensare alla A99 come una sorta di Panasonic GH2 con sensore a pieno formato che si propone come la soluzione ottimale per il DSLR video. Le DSLR tradizionali, come la 5D Mark III o la Nikon D800, offrono ottima qualità ma presentano numerosi limiti sul piano funzionale. La A99, come le altre DSLT del marchio, ha lo specchio translucido e potrà già avvantaggiarsi nel non dover alzare lo specchio per attivare la modalità LiveView/Video. Ma non si tratta solo di questo perché Sony ha già imostrato di riuscire ad offrire numerose soluzioni particolarmente utili, come il display snodabile (utilissimo nelle riprese) e il controllo TriNav (entrambi già presenti nella A77), nonché la registrazione a 50i/p ed il focus peaking che ha reso le NEX particolarmente pratiche nell'utilizzo di ottiche manuali. Già pensare a queste caratteristiche su un corpo fullframe di nuova concezione  promette bene ma, fin qui, si tratta di tecnologie già presenti. Sony, però, lavora su questo modello da quasi 2 anni ed è lecito attendersi ulteriori novità, specialmente nel campo video. In questa scia si inserisce anche l'innovativo flash, che uscirà in contemporanea con la A99, che unirà alle classiche funzionalità anche una luce continua.