Sin dal rilascio della prima beta di iOS 6, è emersa la volontà di Apple di realizzare un redesign di App Store: grafica più scura, integrazione con Facebook per il mi piace alle applicazioni, la possibilità di aggiornare le app senza dover inserire la password sono state le prime nuove caratteristiche che sono emerse a colpo d'occhio.

Poi ci fu l'acquisizione di Chomp, una startup che ha realizzato un motore di ricerca per app (anche per Android, opzione tutt'ora attiva ma nascosta) nettamente migliore di quello integrato in App Store, sia per le superiori capacità di ricerca, sia per una migliore veste grafica: i risultati delle ricerche non si presentano come una arida lista di app, ma ogni programma ha una sua scheda riassuntiva che ne evidenzia le caratteristiche. Scorrendo verso sinistra, verranno mostrate le altre schede delle altre applicazioni che vengono ordinate non solo per parole chiave, ma anche per i voti e le raccomandazioni ricevuti dagli utenti.

La stessa schermata delle app in primo piano è cambiata, ricordando un po' quella di coverflow per i banner superiori, mentre tutti gli elementi grafici hanno assunto una veste rettangolare come quelli del menù di AppleTV.

Le novità di iOS 6 sono quasi tutte in fase di rollout in vista del rilascio post keynote del 12 settembre. Scopriremo se ci saranno altre migliorie nei prossimi giorni.