Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: qui su SaggiaMente non riportiamo mai rumor, a meno che non siano spunto di riflessione o, nella nostra opinione, risultino veritieri.

Sta facendo il giro del mondo la notizia dell'aggiornamento dei classici auricolari bianchi che Apple distribuisce in bundle con iPod e iPhone: il loro ultimo sostanziale upgrade risale al 2006 (il keynote in cui fu presentato il prototipo di AppleTV, l'ultimo di Apple Computer Inc. e dell'era pre iOS), quando la forma "a campana" lasciò il posto all'attuale generazione, che, come dichiarò lo stesso Jobs, avrebbero soddisfatto la maggior parte dell'utenza nonostante le diverse forme dei padiglioni auricolari di ognuno di noi.

Personalmente gli auricolari Apple non mi hanno quasi mai convinto, sia per la resa audio sia per la loro stabilità una volta indossati: quando, ad esempio, vado a correre tendono a cadere e sono decisamente troppo "fragili" per essere un prodotto di Cupertino.

Il sito vietnamita Tinhte, famoso per essere balzato agli onori della "cronaca" quando diffuse le immagini dell'iPhone 4 prima del suo lancio, ha mostrato le immagini dei nuovi presunti auricolari che Apple dovrebbe includere con i suoi iDevice: la forma è nuova, oblunga, il che dovrebbe garantire una maggiore stabilità ma anche un miglior isolamento acustico, quasi a voler "imitare" il funzionamento degli auricolari in-ear.

Ciò che colpisce al primo sguardo è la presenza di due piccoli "amplificatori", di diversa dimensione: uno sulla parte interna piatta e uno alla punta, di dimensioni maggiori: molto probabilmente dovrebbe trattarsi di un woofer per i toni bassi e medi e un tweeter per quelli alti, proprio come i loro fratelli maggiori in-ear.

Gli auricolari sembrano essere ricavati da un unico guscio di plastica, il che dovrebbe garantire una maggiore solidità, così come i cavetti sembrano essere irrobustiti nella parte che entra nell'auricolare da una guarnizione di gomma che dovrebbe prevenirne rotture o sfilacciamenti accidentali in un punto che, essendo soggetto a continui solleciti e piegamenti, è molto delicato.

Se queste sono le nuove cuffie verranno, molto probabilmente, annunciate al prossimo keynote, che dovrebbe tenersi nei prossimi giorni. Non vi nascondo che curiosità di provarle per apprezzarne la resa audio, la comodità, la stabilità e la resistenza è tanta, soprattutto se dovessero rivelarsi una versione "economica" delle più costose sorelle maggiori in-ear.