Le Compact Flash sono le memorie preferite dai fotografi professionisti, offrendo un buon connubio tra velocità e sicurezza. Le Secure Digital sono sempre state considerate una scelta di ripiego, sopratutto per la loro minore robustezza, ma, di questi tempi, sono ritornate in auge. Grazie ad un costo/GB più basso rispetto le CF ed ai veloci modelli UHS-1, le SD costituiscono una soluzione più conveniente soprattutto per chi fa largo uso del video.

In passato abbiamo provato la SanDisk Extreme Pro da 16GB su MacBook Pro Retina, raggiungendo delle velocità di lettura/scrittura davvero considerevoli:

test-secure-digital-retina

Tuttavia non sempre si ha bisogno di questa rapidità e, al contrario, interessa la capienza. Per girare video con la Canon 5D Mark III le memorie non sono mai abbastanza ed ho optato per un modello di velocità inferiore ma decisamente più capiente e dal costo contenuto. Si tratta della SanDisk Extreme UHS-1 da 64GB la quale costa più o meno come il modello Extreme Pro da 32GB ma offre il doppio della capienza.

sandisk-sd

Con una velocità nominale di 45MB/s, si è dimostrata più che sufficiente per sopportare lo scatto a raffica in RAW della 5D Mark III e della Nikon D800, ma, soprattutto, è perfetta per la registrazione video in FullHD di entrambe le reflex. I risultati ottenuti nel nostro benchmark confermano ampiamente la sensazione di velocità durante le prove sul campo:

benchmark-extreme-uhs1-64gb

voto 5Conclusioni / Costi
Con meno di 60€, spedizione inclusa, la SanDisk Extreme UHS-1 da 64GB offre un rapporto qualità/prezzo davvero ottimo ed una rapidità più che sufficiente per sopportare il carico di lavoro di foto e videocamere di alto rango. Un prodotto assolutamente consigliato, specie per chi fa largo uso delle funzionalità video delle odierne fotocamere.