Da qualche ora il tam tam su Twitter si era fatto sempre più forte: Spotify, il servizio di streaming audio nato in Europa e già sbarcato in USA, arriva anche in Italia. Il primo a darne notizia è stato il sito di Repubblica, il quale svela che grazie a un bug l'ascolto di tutti gli mp3 del catalogo è assolutamente gratuito.

Tutto questo è permesso dalla nuova app per Facebook, attualmente in versione beta. Per accedervi, avviate Chrome (con Safari non c'è verso di farla andare, chiede di continuo di installare il Flash Player) e cliccate su questo link: dapprima vi verrà chiesto di accettare le condizioni legali, poi dovrete fare il login con il vostro account Facebook e, molto velocemente, vi apparirà la classica schermata di Spotify che vi permetterà di navigare all'interno del suo catalogo e di ascoltare tutta la musica che vorrete.

Attenzione però: essendo una web app realizzata interamente in Flash, non c'è verso di farla andare su iOS, le cui app non sono state ancora rilasciate e, molto probabilmente, saranno disponibili solo quando sarà possibile sottoscrivere gli abbonamenti mensili e annuali di Spotify.

Forse è giunto il momento per Apple e Google di spingere il piede sull'acceleratore per il lancio delle loro web radio, in quanto, si sa, rimanere indietro nel campo dell'innovazione dei servizi è un rischio da non sottovalutare.
Ricordo quando Apple lanciò iTunes Music Store: c'erano molti scettici a riguardo e, invece, è stata l'innovazione che ha permesso la rinascita dell'azienda. Lo streaming musicale potrebbe essere il prossimo campo di battaglia e, arrivare con poche truppe e sottovalutando il nemico, potrebbe essere fatale.

Buon ascolto a tutti.