Sia noi nella recensione che molti altri siti su cui il MacBook Pro Retina è stato oggetto di test approfonditi, è stato sempre descritto un fastidioso lag nello scorrimento in Safari, particolarmente durante la consultazione di pagine ricche di elementi multimediali, incluso Facebook. Sono state avanzate varie ipotesi, sia hardware (le GPU non ancora sufficientemente adeguate a gestire in tutte le situazioni la modalità Hi-DPI) che software (driver e/o Safari ancora non ottimizzati a puntino). A quanto pare, la seconda via, fortunatamente anche quella più semplice da risolvere, sta prendendo il sopravvento. Come abbiamo già accennato nel corso del nostro SaggioPodcast #7, i test condotti da Anandtech su una recente nightly di WebKit, il motore di rendering utilizzato sia da Safari che da Chrome, hanno mostrato una situazione molto promettente in positivo.

La prima prova è stata eseguita con Safari nella sua attuale versione stabile, la 6.0.2, su un MacBook Pro Retina da 13". Il rate di poco superiore ai 20 frame per secondo risulta inaccettabile ai fini di una navigazione fluida (il minimo affinché l'occhio non avverta lag e sfarfallii è 30 fps):

Scaricata e utilizzata la build r135516 di WebKit, ora si raggiungono punte vicine ai 50 fps, praticamente il doppio. Lo scrolling risulta così molto più piacevole e fluido:

Essendo una build in fase di sviluppo, non è assolutamente consigliata per l'uso quotidiano ed è meglio attendere un rilascio stabile, il quale speriamo avvenga in tempi relativamente brevi, all'interno di OS X 10.8.3 o in un aggiornamento separato per Safari.