Siamo oramai giunti al sesto appuntamento di ind[iOS]gaming, la rubrica settimanale in cui vi segnaliamo tre validi titoli sviluppati da case indipendenti. Andiamo dunque a vedere i tre giochi selezionati per questa settimana.

indiosgaming-6

Wide Sky (0,89€ iPhone Only)

Wide Sky è una gioia per occhi e orecchie. Fin dal trailer è impossibile non innamorarsi dello stile unico di Marcus Eckert, il designer e sviluppatore di questo titolo; poche volte capita di rimanere a bocca aperta per il trailer di un gioco iOS, eppure Wide Sky è riuscito ad attirare l’attenzione di molti. Al di là di questo il titolo presenta delle caratteristiche superlative sotto molteplici aspetti: il comparto grafico innanzitutto, sia per quanto concerne le texture che per le animazioni, talmente fluide e ben realizzate da far sembrare Wide Sky un’estensione nativa di iOS; il comparto sonoro e l’originalità di personaggi e oggetti del gioco sono anch’essi davvero degni di nota. Purtroppo il vero tasto dolente è il sistema di controllo, a mio avviso non troppo ben studiato: Wide Sky sfrutta sia il touchscreen che l’accelerometro in una maniera combinata alla quale è molto difficile abituarsi; il risvolto maggiormente negativo della faccenda è che questa iniziale difficoltà di controllo non fa concentrare sulla bellezza del titolo stesso, bellezza della quale riusciremo a fruire solo dopo diverse ore di gioco. L’obiettivo sostanziale è quello di guidare il nostro porcospino al fine di distruggere sette dischi cosparsi in giro per il livello; per farlo avremo accesso a molteplici tipi di corde (dall’elasticità e lunghezza variabili) attraverso le quali scagliarci a tutta velocità da una parte all’altra dello scenario. Consigliato su iPhone (muovere molto un iPad come richiede Wide Sky può diventare difficoltoso in certi casi). Consiglio vivamente quantomeno di guardare il trailer (in HD).

Hundreds (4,49€ Universale)

Dubito fortemente che esista un gioco più minimale di Hundreds: cerchi, poche texture e un concetto molto semplice. L’obiettivo è gonfiare il cerchio (o i cerchi, perchè potranno essercene molti) fino a 100; non temete, il trailer chiarirà ogni vostro dubbio. Gli elementi di gioco sono innumerevoli, così come le difficoltà e gli ostacoli da superare. Il titolo risulta davvero piacevole sia per la grafica che per il gameplay (che spesso può risultare davvero impegnativo e perfino frustrante), ottima la scelta cromatica. Tutto sommato un ottimo titolo arcade, vantando un’alto tasso di originalità e fluidità, senza contare il motore fisico veramente eccellente. Peccato per il prezzo, decisamente elevato.

Little Inferno (4,49€ iPad Only)

Dai disegnatori e creatori di World Of Goo, il pluripremiato titolo per iPad, arriva un’altra perla: Little Inferno. Il gameplay è decisamente essenziale: si bruciano cose. Dietro ad un concetto così semplice nonchè, se vogliamo, banale si cela però un titolo davvero divertente ed avvincente, dalla grafica originalissima e decisamente azzeccata. Un’infinità di oggetti dalle mirabili e svariate caratteristiche, spettacoli pirotecnici impressionanti e una semplicità che dovrebbe, a parer mio, caratterizzare tutti i giochi su iOS. L’esperienza che regala giocare con questo titolo è davvero eccellente, paragonabile a quella di titoli come Heavy Rain, semplici nel gameplay e in grado di regalare tanto quanto se non più di un bel film. Little Inferno potrebbe apparire, se preso alla leggera, niente più che un sandbox game dalla grafica originale ma neanche troppo eclatante; se si va sotto la superficie però si può trovare molto di più, una profondità che non ci si aspetterebbe (e non sto parlando di gameplay, ma di cosa Little Inferno è in grado di suscitare nel giocatore). Vivamente consigliato, nonostante la non-universalità e il prezzo elevato (seppur sempre più basso del prezzo per console-pc), a tutti i possessori di iPad e iPad Mini.