I servizi cloud di iTunes, inaugurati nel 2011 in concomitanza con iCloud, hanno ricevuto un importante aggiornamento per l'Europa nella giornata odierna. Infatti, oltre alla musica e alle serie TV (queste ultime non in Italia), ora in alcuni Paesi Apple ha reso possibile sui dispositivi associati agli account locali la sincronizzazione automatica da "iTunes nella nuvola" dei film acquistati tramite lo Store.

itunesnellanuvola

Tra le nazioni del Vecchio Continente ora raggiunte dal servizio, vi sono Belgio, Cipro, Danimarca, Finlandia, Francia, Grecia, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda e Svezia, che si aggiungono a Irlanda, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria nei quali l'attivazione era già stata effettuata in precedenza. Ancora fuori alcuni nomi eccellenti, tra cui Germania, Spagna e Svizzera, ma soprattutto, e purtroppo per noi, Italia. Del resto, non ci stupisce nemmeno più di tanto questa assenza, considerato come in generale per servizi cloud multimediali lo Stivale è ancora un mercato poco esplorato. Per la musica, Spotify ha aperto da poco e ancora mancano altri famosi come Rdio. Per i film, vista l'assenza di grandi nomi come Amazon, Google e Netflix, la landa appare ancor più desolata. Del resto, sarà anche impossibile sperare di vederli arrivare tutti insieme dall'oggi al domani; valutazioni di mercato, diritti negoziati e tutti gli altri preparativi del caso richiederanno il loro tempo.

Non ci resta, quindi, che attendere pazientemente uno dei successivi rollout, magari tra qualche mese, magari tra un po' di mesi. E poi si passerà ad attendere per le serie TV sulla Nuvola, per cui Apple sta andando ancor più a rilento, avendolo attivato solo oggi in Francia come quinto Paese in tutto il mondo dopo Australia, Canada, Regno Unito e Stati Uniti. Chissà che non vada a finire ci ritroviamo prima proprio quest'ultimo servizio, in fondo a Cupertino amano sempre prendere un po' di sorpresa.