Dalla serata di ieri sui server dedicati all'App Store è stato reso a disposizione un importante aggiornamento per l'app Podcast curata direttamente da Apple. La versione 1.2 porta infatti un corposo numero di novità: la prima è la possibilità di crearsi una o più stazioni personalizzate contenenti i podcast di maggior gradimento e mantenuti costantemente aggiornati; dalle impostazioni si può scegliere poi se iniziare a riprodurre dalle puntate più recenti o da quelle vecchie. Queste stazioni, comprensive anche delle playlist provenienti da iTunes, vengono inoltre sincronizzate su tutti i dispositivi legati al proprio account Apple tramite iCloud.

A livello grafico, la visuale di riproduzione è stata modificata, e sembra recare direttamente un messaggio da Jony Ive. L'immagine comparativa di Macrumors mostra l'evoluzione occorsa:

nuovauipodcastapp

Via lo stile da mangianastri del regno "skeuomorfista" di Scott Forstall, si dà il benvenuto a elementi più moderni e vicini allo stile dell'app Musica sull'iPhone (dove lì il mangianastri non è arrivato, a differenza dell'iPad). Un segnale concreto del percorso che il neo-Vicepresidente per il design hardware e software vuole dare non solo a questa applicazione nello specifico, ma all'intero iOS. Non è un caso che, contemporaneamente a questo aggiornamento, siano emersi report sull'atteggiamento collaborativo e propositivo instaurato da Ive con il team di sviluppo del sistema operativo, ora guidato sul piano tecnico da Craig Federighi, a capo anche per quanto riguarda OS X. Maggiore interazione con le sezioni hardware, piani per un iOS 7 interfaccia più "flat" ma al tempo stesso non eccessivamente stravolgente rispetto alle versioni passate: questi sembrerebbero i punti cardine dei primi mesi di operato della nuova avventura di Sir Jony. Staremo a vedere il risultato a cui porterà.

L'aggiornamento di Podcast è disponibile sull'App Store, mentre chi non avesse ancora l'app e fosse interessato a provarla può scaricarla gratuitamente. E perché no, potrebbe anche essere l'occasione di ascoltare il nostro SaggioPodcast se non ve ne fosse stata l'occasione in precedenza.