La radio non ha mai perso il suo fascino nel tempo e sta vivendo una seconda giovinezza grazie alle possibilità offerte dalla rete. Con la diffusione dello streaming via web, ogni dispositivo connesso ad internet può "sintonizzarsi" su numerose stazioni radio mondiali, a partire dai computer. Tra lavoro e svago è facile che si trascorrano alcune ore al giorno davanti ad uno schermo ed un tappeto radiofonico può essere di grande compagnia, sia per la musica che per il parlato (talk radio).

Radium è un'applicazione per Mac che consente di rendere davvero semplice e piacevole la selezione e la riproduzione delle stazioni radio presenti sul web, oltre 6.000 sparse in tutto il mondo. La sua terza versione è stata rilasciata poche settimane fa nel Mac App Store ed è stata portatrice di una profonda rivoluzione in termini di interfaccia e funzionalità. L'approccio con l'utente è molto discreto ed è essenzialmente caratterizzato dall'icona a forma di cuore di Radium 3 nella barra dei menu.

radium3-popover

Cliccando sull'icona si apre un popover graziosamente lucido e simmetrico, il quale risulta immediatamente familiare. Richiama l'idea della barra di ricerca di Spotlight ma soprattutto ha molti elementi in comune con altre applicazioni storiche che vivono nella barra dei menu, una fra tutte CoverSutra. Tramite la barra di ricerca si possono facilmente localizzare le radio che più ci piacciono, nonché scoprirne di nuove in base al nome o alle parole chiave come jazz, pop, rock, ecc.. Un popup ci offre la possibilità di approfondire la conoscenza della traccia in ascolto, condividerla tramite twitter e last.fm oppure visitare il sito web della stazione.

La lista è molto pulita e chiara, con icona, titolo, descrizione e la possibilità di inserimento nelle radio preferite tramite l'icona a forma di cuore, la quale si riempirà per segnalare l'operazione avvenuta.

Le icone delle stazioni possono essere scelte dall'utente tra le venti proposte ma non sarà possibile inviarne una personalizzata.

Peccato perché sarebbe stato piacevole organizzarsi una lista di web radio preferite, ognuna con il logo dell'emittente. Altra nota dolente è l'apparente impossibilità di conoscere il bitrate, in modo da identificare le stazioni con maggiore qualità (e che richiedono più banda). Non è fondamentale ma aiuta ad effettuare una scrematura preventiva in base al nostro "palato".

radium3-icone

La riproduzione è abbastanza curata, con tanto di morbida sfumatura in ingresso e in uscita e basta un cmd+clic sull'icona per effettuare un play/pausa, mentre uno swipe in alto o in basso modifica il volume. L'applicazione non prende il sopravvento sui controlli musicali primari di OS X, per cui i tasti funzione play/pausa/avanti/indietro non sortiranno alcun effetto su Radium.

La classica icona a forma di ingranaggio, posta a destra del campo di ricerca, ci offre la possibilità di decidere in modo semplice, diretto e granulare tutti i dispositivi di output da attivare ed il relativo volume di uscita. Aspetto che risulta sicuramente efficace e ben congegnato. Le impostazioni (cmd+,) riguardano pochi ambiti, prevalentemente quelli del controllo e della notifica. Da qui è possibile attivare anche la visualizzazione del nome traccia nella barra dei menu, funzione che non sarà comunque disponibile sempre, poiché dipende dall'emittente.

radium3-impostazioni

Nel secondo pannello di preferenze ci sono 4 scorciatoie attivabili e personalizzabili per altrettante funzioni – come l'accesso rapido alla barra di ricerca – manca però la possibilità di attivare/disattivare rapidamente la visualizzazione del nome traccia sulla barra dei menu. Ci sono invece gli accessi rapidi per visualizzare i pannelli flottanti con la cover album (cmd+1) e l'equalizzazione (cmd+3). Vi si trovano umerosi preset nonché la possibilità di personalizzare tutto in base ai brani in ascolto ed il nostro orecchio.

radium3-equalizzazione

Riguardo l'album ci sono alcune importanti limitazioni da segnalare. La prima è che questo funziona solo se supportato dalla stazione radio, la quale deve fornire i dati della traccia ed anche piuttosto precisi, altrimenti non vengono riconosciuti e rimane uno spazio vuoto. La seconda è che la sua dimensione non è modificabile così come la posizione che è sempre in primo piano sopra ogni altra applicazione. Peccato perché in realtà trovo che la posizione migliore sia esattamente contraria, ovvero a livello del desktop, sempre in fondo a tutto (un po' come è possibile fare con CoverSutra). Passando sopra l'artwork della traccia si può agire sul play/pause ed accedere ai due menu di opzione/azione già disponibili tramite le medesime icone presenti sulla lista delle stazioni radio.

radium3-menu-artwork

I brani riconosciuti possono essere localizzati rapidamente nell'iTune Store oppure inseriti in una nostra Lista dei Desideri. La stessa sarà poi visibile nell'apposito pannello raggiungibile tramite il menu o con la scorciatoia cmd+2 e consentirà quindi di andare a rivedere i brani che ci sono piaciuti e valutarne l'eventuale acquisto. Da segnalare anche l'integrazione con alcuni servizi a sottoscrizione, anche se la maggior parte sono scarsamente noti ed utilizzati in Italia.

radium3-sottoscrizioni-elenco

voto 3,5Conclusioni

Radium 3 è sicuramente un'applicazione godibile e riuscita, specialmente grazie alla rinnovata veste grafica. Possiede alcuni spunti di eccellenza ma anche numerosi aspetti migliorabili, probabilmente dovuti alla completa riprogettazione alla quale dovrà seguire – mi auguro – un periodo di affinamento e maturazione. È già pianamente fruibile così ma ci sono due o tre aspetti che potrebbero essere perfetti con un pizzico di lavoro in più e che, allo stato attuale, lasciano un po' il sapore di incompleto. Mi riferisco prevalentemente alla mancanza di informazioni tecniche sulla traccia, all'impossibilità di personalizzare l'aspetto dell'album artwork e di assegnare un'icona personalizzata alle stazioni. Radium 3 è stata presentata da poco sul Mac App Store con un prezzo di lancio scontato del 50% fino al 19 febbraio. Con tutta la promozione si acquistava ad 8,99€, una cifra tutto sommato accettabile mentre lo è molto meno quella doppia del "listino". Forse per questo è stata nuovamente scontata ed oggi si può acquistare a 5,99€ che risultano certamente più appetibili e speriamo facciano guadagnare agli sviluppatori un parco clienti più vasto così da poter lavorare al miglioramento di alcune delle lacune evidenziate. Ne approfitto anche per segnalare un piccolo bug visuale che si presente spostando il puntatore dalla zona esterna destra sopra la traccia in esecuzione, visibile in questa sequenza. Radium 3 svolge sufficientemente bene il suo lavoro ed ha il potenziale per migliorare molto con dei perfezionamenti futuri.

PRO
+ Interfaccia gradevole e moderna
+ Controllo rapido dalla barra dei menu
+ Possibilità di definire granularmente i volumi in uscita sui singoli dispositivi
+ Pannello per l'equalizzazione
+ Lista delle radio preferite per un rapido acceso
+ Ricerca su oltre 6.000 stazioni radio supportate
+ Possibilità di visualizzare le informazioni traccia e gli artwork (con alcune limitazioni)
+ Integrazione rapida con l'iTunes Store e possibilità di creare una lista di tracce dei desideri

CONTRO
- Non sono disponibili info tecniche sulla qualità delle stazioni radio (manca il bitrate)
- Non è possibile inviare un'icona personalizzata per le emittenti
- La copertina album non è personalizzabile per dimensione ed è sempre in primo piano
- Sarebbe utile attivare/disattivare rapidamente il nome traccia nella barra dei menu
- Prezzo base elevato senza gli attuali sconti