Google TV? Prossima Xbox? I concorrenti della Apple TV, includendo anche TiVo e Roku da noi sconosciuti, sembrano aumentare sempre più. E a quanto pare, Amazon non intende rinunciare anche in questo caso alla sua fetta di torta, forte di servizi multimediali già ben avviati. Ed ecco che l'idea di una Amazon TV sembra prendere sempre più corpo nella mente di Jeff Bezos.

Questo set-top-box, ironia della sorte, dovrebbe essere sviluppato proprio a Cupertino, dove Amazon ha una divisione dedicata, Lab126. A capo del progetto vi è Malachy Moynihan, ex-Cisco e peraltro anche ex-Apple, sebbene sia stato a One Infinite Loop in tempi in cui l'Apple TV non era neanche un abbozzo di "hobby". Sul fronte contenuti, è previsto l'accesso ai servizi Prime e Instant Video per la fruizione sia a consumo che in abbonamento di film e serie TV, su cui ultimamente Amazon sta prestando grande attenzione nell'ottima di contrastare Netflix, assicurandosi anche alcune importanti esclusive. Nulla, per il resto, è noto riguardo caratteristiche hardware e funzionalità accessorie.

Come tutti i rumors, è da prendere con le pinze, non è affatto detto tale Amazon TV, sempre che possa chiamarsi così, sia veramente destinata ad arrivare. Certo è che Amazon sembra avere in cantiere un'importante sviluppo del suo business, che comprende smartphone e non solo. Chissà che tra i grandi prodotti promessi da Cook per i prossimi mesi non sia già prevista un'adeguata controffensiva. Come abbiamo detto altre volte, il potenziale della Apple TV appare maggiore di quanto ciò che vogliono mostrarci.