L'impero non è morto, anzi. Zoppica ancora ma dà segnali incoraggianti di ripresa. Parliamo di Nokia, che non solo sembra aver imparato da uno dei maggiori errori del passato, ossia l'eccessivo ritardo tra presentazione e rilascio sul mercato, ma sta creando quasi da sola la strategia ideale per Windows Phone, almeno un dispositivo per ogni fascia. Il Lumia 520 è il nuovo entry-level per quel che riguarda i terminali con WP8, e benché non arriverà ai 139 € annunciati nella cornice del Mobile World Congress di febbraio (del resto, era privo di tasse), il prezzo definitivo annunciato per l'Italia dall'azienda di Stephen Elop è piuttosto interessante: 199 €.

nokia-lumia-520

Riportiamo qui le caratteristiche salienti: schermo da 4" IPS a risoluzione 800x480 pixel, fotocamera posteriore da 5 Megapixel con registrazione video 1080p (assente quella frontale), processore dual core Qualcomm Snapdragon S4 da 1 GHz accompagnato da 512 MB di RAM e 8 GB di memoria flash interna espandibile tramite microSD. Completano il tutto connettività HSPA+, Wi-Fi, Bluetooth e GPS. Il 520 sarà in vendita a partire dal prossimo 8 aprile nelle 5 colorazioni visibili nell'immagine soprastante. Considerato il design gradevole e il peso contenuto di 124 g, nonché le buone capacità di Windows Phone 8 anche su un hardware non di fascia alta, il rapporto qualità/prezzo è più che buono.

Questo prodotto, come gli altri recentemente introdotti nel mercato, stanno premiando il lavoro svolto da Nokia, nonché la sua tenacia nel supportare la piattaforma Windows Phone anche nei momenti più difficili, inclusi quelli in cui sembrava esserci un sentore, fortunatamente per Microsoft infondato, che stessero valutando concretamente opzioni alternative al di là delle dichiarazioni formali. Non è un caso che la crescita impressionante del sistema operativo mobile di Redmond in Italia, ormai molto vicino al 15% del mercato, sia stata dettata non solo dai top di gamma come 820 e 920, ma anche e soprattutto da terminali budget ben fatti come il Lumia 610, lasciando alle soluzioni alternative, in particolare di HTC, solo le briciole. E il 520 potrebbe non essere la proposta più bassa in graduatoria dell'azienda finlandese: l'obiettivo è coprire il settore in modo ancor più completo di quanto non sia stato fatto nel corso degli ultimi mesi. Il successo, però, ha attratto inevitabilmente anche qualche nuovo nemico, come l'Ascend W1 di Huawei, posizionato anch'esso a 199 € e per certi versi migliore dello stesso 520. Considerato come HTC non sia destinata a restare a guardare ancora per troppo tempo, la battaglia per la fascia di miglior Windows Phone dell'anno è solamente agli inizi.