Nella giornata di ieri Toshiba ha presentato con un comunicato stampa il suo Kirabook, un ultrabook molto simile al MacBook Air e con schermo PixelPure da 13" ad altissima risoluzione pari a 2560 x 1440 pixel, la stessa densità di pixel di un display Retina.

In rete iniziano già a circolare le prime impressioni sul nuovo prodotto che sembra essere molto robusto grazie allo chassis in lega di magnesio, molto più resistente dell'alluminio e con struttura a nido d'ape che ne ammortizza meglio gli urti.

8655788455_7e573c6fee_z

Il Kirabook è equipaggiato di serie con un processore Intel Core i5, un disco a stato solido da 256 GB e 8 GB di memoria RAM, ma ovunque si consiglia di acquistare il modello con un Core i7, visto che l'elaborazione della UI richiede molta potenza. É possibile optare inoltre per l'installazione di un display touch, utile se si vuole godere a fondo delle feature di Windows 8, ma che alla lunga potrebbe risultare scomodo e stancante.

Lo spessore del Kirabook è di soli 17 mm e i bordi sono ridotti al minimo, tanto che l'ultrabook sembra grande quanto il MacBook Air da 11".

Toshiba ha adottato qualche piccolo accorgimento durante la fase di progettazione: il peso  e le cerniere sono bilanciati in modo da non far muovere lo schermo indietro se ne usiamo le funzionalità touch e, inoltre, all'apertura del case l'ultrabook si inclina un po' sul piano d'appoggio, in modo da rendere più comoda la scrittura.

8656886742_5f1f4e721c_c

Il prezzo del base è di 1.499,00 $, mentre il modello pro costa 1.999,00 $. Su entrambi i modelli sono presenti gli altoparlanti Harman Kardon come da tradizione di Toshiba, un lettore SD, una uscita HDMI, due porte USB 3.0 e una USB standard. Il lancio di Kirabook è fissato per il prossimo 2 maggio.