Qualche giorno fa mi sono casualmente imbattuto in Air Playit HD; esasperato dalle limitazioni di iOS (sistema che per quanto fluido, pulito e funzionale, dopo cinque anni comincia a starmi un po’ stretto) con la speranza di dare una scossa alla mia esperienza con iPad mini l’ho scaricata immediatamente, complice il fatto che si trovi gratuitamente su App Store. Quello che Air Playit HD si promette di fare è molto ambizioso: un fluido streaming fino a 1080p di “oltre 320 formati audio/video” da server remoto o locale (Mac/PC) e, come se non fosse abbastanza, conversione direttamente da mobile (iPad/iPhone/Android) di qualsivoglia filmato in 12 formati differenti. Andiamo in ordine.

airplayithd

Streaming

Come prima cosa, dopo aver scaricato sul nostro dispositivo (nel nostro caso il già citato iPad mini) l’applicazione, dovremo accedere al sito di Air Playit. Da qui, attraverso gli appositi link sulla destra, scaricheremo la controparte Desktop necessaria per avviare il server in locale. Una volta terminata l’installazione ci verrà chiesto di registrarci, passaggio che potremo tranquillamente evitare; sulla statusbar del Mac comparirà un’icona che ci segnalerà l’avvio del server locale e, in contemporanea, sull’iPad comparirà il nostro Mac tra i dispositivi disponibili.

Photo 27-05-13 23 14 18

A questo punto non dovremo far altro che selezionare da Mac le cartelle che vorremo condividere con iPad, eventualmente selezionando le varie restrizioni (potremo, ad esempio, togliere la spunta dalla voce “Kids” per proteggere il filmato dall’accesso dei bambini).

Screen Shot 2013-05-28 at 12.01.09 PM

Il lavoro su Mac è concluso, da ora potremo fare tutto direttamente da iPad, sia in Wifi che in 3G/4G (tenete conto che lo streaming in 3G/4G può non funzionare egregiamente e che, in ogni caso, consuma molti dati).

Photo 27-05-13 23 14 28

Lo streaming è molto rapido e la qualità decisamente alta, sia per quanto riguarda il video che l’audio. Dalla schermata del filmato potremo attivare la modalità a tutto schermo e selezionare eventuali sottotitoli etracce audio correlate al filmato (nei filmati in formato .mkv infatti possono essere incluse più tracce audio; in particolare per i film stranieri non è raro che siano incluse nel file sia la traccia audio originale che quella doppiata in italiano). Sempre dalla schermata del filmato potremo controllare il volume, lo scrubbing (funzione non troppo fluida, specialmente se stiamo guardando un film in HD) e accedere al pannello per la conversione dello stesso.

Photo 27-05-13 23 18 55

In basso a destra troveremo anche un pulsante che ci farà accedere al pannello delle impostazioni per il filmato che stiamo attualmente guardando: da qui potremo aggiustare la qualità video e audio, la risoluzione, il bitrate e persino i frame per second.

Photo 27-05-13 23 19 08

La mancanza più evidente rispetto software analoghi, come il noto AirVideo, è quella dei sottotitoli. La funzione dovrebbe essere aggiunta in seguito ma, per il momento, non si leggono gli SRT e neanche gli MKV con sottotitoli integrati.

Conversione

Un addendum interessante per un’applicazione del tutto gratuita è, appunto, la conversione. Seppur non mi sia ancora ben chiaro dove questa avvenga realmente (presumo su Mac per questioni di processore), essa può essere avviata direttamente da iPad. Facendo tap sull’apposito pulsante in basso a destra nella schermata del filmato accederemo alla schermata di impostazioni; da qui potremo decidere quale traccia audio includere nel filmato convertito, quale formato di destinazione adottare (scegliendo tra i 12 proposti), la qualità del video e la risoluzione.

Photo 28-05-13 10 50 56

Una volta che avremo settato tutto il necessario, sia su Mac che su iPad potremo controllare il progresso della conversione.

Screen Shot 2013-05-28 at 10.51.47 AM

I file convertiti verranno salvati nella directory user/Filmati/AirTarget. La conversione è abbastanza veloce e. seppur non mi sia ben chiara l’utilità di poter avviarla da remoto, è comunque una possibilità in più.

3,5Conclusioni

iOS, come tutti sappiamo, è un ottimo sistema operativo, anche se è ancora troppo limitato. Fortunatamente, nell’enorme parco di applicazioni di cui App Store è geloso custode, ogni tanto ci si imbatte in qualcosa di buono che sopperisce a qualche mancanza. È il caso Air Playit HD, applicazione che, seppur dotata di una grafica non particolarmente attraente, di una pessima traduzione in italiano e di qualche bug (cfr. scrubbing video), riesce comunque a svolgere egregiamente la funzione per cui è stata pensata: lo streaming video e audio. Pur non utilizzando effettivamente AirPlay, come il nome suggerisce, è sicuramente una valida alleata che ci permetterà di fruire dei nostri film e della nostra musica (anche se archiviata su un Hard Disk esterno collegato al Mac) senza necessariamente stare davanti al computer. Complice la gratuità della stessa, Air Playit HD è sicuramente un'app da provare e da tenere d'occhio, nella speranza che aggiungano presto il supporto ai sottotitoli.

PRO
+ Gratuita
+ Streaming veloce e fluido
+ Streaming in Wi-Fi Locale o da server remoto
+ Possibilità di effettuare lo streaming via 3G/4G
+ Supportati pressochè tutti i formati video e audio comunemente in circolazione
+ Possibilità di convertire da remoto qualsiasi filmato

CONTRO
- Qualche bug
- Non supporta i sottotitoli
- Localizzazione in italiano pessima