Salvare pagine web in PDF su Mac come ben sappiamo non è un problema, dal momento che OS X ci offre di default gli strumenti necessari sia per creare che per visualizzare questi file. Su iOS? Lì la storia è un po' diversa: non è presente una funzionalità nativa che consenta la creazione di PDF da browser. Il supporto migliore arriva al di fuori di Apple, più precisamente da Google Chrome. Ma chi preferisce rimanere su Safari, vuoi perché lo si reputa meglio rispetto altri vuoi perché per l'uso che ne si fa ci si può accontentare (il mio caso con iPad mini; sul Mac, invece, il browser di Cupertino rimane comodamente nascosto nel Launchpad), può usufruire di questa possibilità grazie all'aiuto di un segnalibro particolare, di JavaScript e di un convertitore online. Il tip arriva direttamente da OSXDaily.

Per prima cosa apriamo Safari su un qualsiasi sito, non importa quale. Questa operazione ci serve perché da una tab vuota, semplicemente inserendo il comando JavaScript nella barra degli indirizzi, non è possibile creare un segnalibro. Dobbiamo perciò farlo partendo da una pagina web. La procedura per l'inserimento del preferito è rapida: premiamo sul pulsante di condivisione immediatamente alla sinistra della barra degli indirizzi e quindi su Segnalibro. Diamogli il nome che vogliamo per identificarlo meglio (il campo Indirizzo non è modificabile, al momento, perciò ignoriamolo) e premiamo su Salva.

Ora è il momento di trasformarlo nel nostro convertitore in PDF. Premiamo sul pulsante dei Preferiti e quindi su Modifica. Selezioniamo il segnalibro oggetto della variazione. Ora è il momento di intervenire nel campo Indirizzo: cancelliamo quello già presente e immettiamo tramite copia/incolla il seguente comando:

javascript:pdf_url=location.href;location.href='http://pdfmyurl.com?url='+escape(pdf_url)

Ci permettiamo però di consigliarvi l'alternativa data sempre da OSXDaily nel prosieguo del suo articolo, dal momento che ha fornito risultati migliori, almeno nel nostro caso:

javascript:void(window.open('http://www.web2pdfconvert.com/convert.aspx?cURL='+escape(location.href)))

segnalibropdfsafari

Una volta incollato il comando, premiamo Indietro su Preferiti e quindi su Fine per salvare definitivamente le modifiche. Adesso potremo andare su qualsiasi sito, premere il pulsante Preferiti (se non abbiamo la barra visibile in modo persistente) e selezionare il segnalibro/convertitore. Il processo richiederà alcuni secondi, per restituire infine un PDF che potremo poi salvare con un tap sull'apposito link e aprire in iBooks. Il risultato non è straordinario e comprende anche un watermark del servizio di conversione, ma se non si hanno necessità più elevate quanto prodotto è discretamente fruibile:

paginawebinpdf