Quando si parla di content management system per blog sembra che WordPress sia l’unico nome in campo. Ovviamente non è così, ci sono altre soluzioni, ma è lui ad aver conquistato buona parte del mercato. Anche nel 2013, infatti, WordPress si è rivelato il sistema preferito nella lista dei top 100 blog, raggiungendo una quota pari al 52%. Più della metà.

cms

La piattaforma di Matt Mullenweg può sembrare una scelta naturale per chi vuole aprire un blog professionale o amatoriale, personale o aziendale, dedicato ai contenuti testuali o a quelli visuali. Ma c’è un motivo ben preciso dietro questa scelta. Anzi, quattro motivi.

Semplice da usare

Il primo step che porta alla soluzione WordPress è la semplicità. Il pannello di controllo di questo content management system è intuitivo, veloce, facile da usare. Certo, devi conoscere i principi base, ma i tutorial non mancano e quando scrivi un post puoi aver bisogno di nozioni basilari di HTML.

L’installazione del CMS sul server richiede un pizzico di esperienza, ma anche in questo caso il web fornisce ottime guide che ti accompagneranno verso la pubblicazione del to blog. Puoi anche scegliere un hosting con WordPress già installato: alternativa comoda e sicura per unire la semplicità di un servizio come WordPress.com e le performance di un blog self hosted.

Versatile

Il motivo per scegliere WordPress? La versatilità, ovvero la capacità di adattarsi alle tue necessità. La natura di questo CMS è quella del classico blog, e in questo universo puoi esplorare qualsiasi combinazione. Ma non solo.

WordPress diventa il tuo amico fidato se vuoi un sito in stile Pinterest, oppure un magazine online con grandi immagini in evidenza, fino a raggiungere estremi che non appartengono al mondo del blogging: siti monopagina, landing page, portfolio, piccoli e-commerce. Certo, ci sono CMS specifici per questo campo come Magento e Prestashop, ma anche con WordPress si può fare.

Plugin e temi

Tutto si può personalizzare su WordPress, e lo si può fare senza grandi conoscenze in termini di codice perché la disponibilità di plugin è praticamente infinita. Ci sono quelli imprescindibili che ti aiutano a migliorare il posizionamento sui motori di ricerca coma All In One Seo Pack, e quelli per creare gallerie fotografiche o per gestire lo spam: tutto è possibile con i plugin WordPress.

A questi ci devi aggiungere le centinaia di temi disponibili per personalizzare il tuo blog: puoi scegliere tra quelli gratuiti e i temi a pagamento per costruire un blog che risponda esattamente alle tue esigenze. Li trovi nella sezione specifica di WordPress e in grandi portali come Themeforest.

Community

Uno dei motivi che permette la continua diffusione di WordPress è la community. Il CMS può contare su una delle community più vivaci della rete: fior di programmatori lavorano senza sosta alle nuove release, ai plugin e ai temi per aumentare le possibilità dei blog, ma ci sono anche ottimi forum che possono risolvere praticamente qualsiasi problema. Ecco gli indirizzi utili:

Usare WordPress vuol dire far parte di una grande famiglia. Anche altri CMS (Joomla!, Magento, Drupal, Prestashop) hanno delle community sviluppate, ma quella di WordPress è un autentico valore aggiunto.