No, non stiamo parlando ancora di pubblicità. Ci riferiamo agli interni del Moscone Center di San Francisco, la cui preparazione per il WWDC 2013 si sta avviando al completamento. Se la presenza di nuove versioni di iOS e OS X era già ufficiale, ora abbiamo qualche ulteriore prova a livello grafico grazie ai cartelloni montati all'entrata dell'edificio.

Images from Macstories.

ios7bannerwwdc2013

Il primo è relativo a iOS 7, affisso con una tempistica in pieno stile Apple proprio nel settimo giorno di giugno. Come si può vedere si presenta con il numero 7 scritto in un font molto sottile: trattasi, a quanto pare, di una versione Ultra Light dell'Helvetica Neue già utilizzato dal sistema operativo mobile di Cupertino (e in parte anche da OS X), come fatto notare da Macrumors. Un tocco molto pulito e minimalista, con un po' di "mistero" rappresentato dallo sfondo a pallini cui non ci è dato sapere a cosa rimandi. Tutto diverso rispetto allo scorso anno, quando il cartellone non suggeriva molto di più che il nuovo sfondo predefinito. Un profondo, anzi, il più profondo cambiamento di iOS nei suoi 6 anni di vita è davvero nell'aria.

E OS X? Non è stato dimenticato, tutt'altro. Il banner ad esso dedicato è ancor più strano:

osxbannerwwdc2013

Niente OS, solo la X, più o meno a confermare che non vi sarà un salto alla versione 11. Ma... Quelle onde?! A cosa potrebbero rimandare? La speranza più benevola viene data da Federico Viticci di Macstories su Twitter, che auspica "un'ondata di nuove features". Quella più curiosa arriva invece da Mark Gurman di 9to5 Mac: dobbiamo aspettarci... Sea Lion? Certo, come nome continuerebbe la saga intrapresa con Lion e Mountain Lion, ma a meno che Apple non intenda riscrivere la zoologia il leone marino ha ben poco di che spartire coi felini. Anche in questo caso è stato utilizzato l'Helvetica Neue Ultra Light visto nel cartellone di iOS 7, indicando come i restyling alla Jony Ive non si limiteranno ai dispositivi mobili.

Come da tradizione Apple, c'è una One More Thing. Ma non è arrivata da Cupertino. Nelle scorse ore svariati siti internazionali hanno riportato un altro banner dedicato a OS X, ancor più simile a quello di iOS 7 e recante la sola scritta 10.9. Peccato che si sia rivelato un fake, come ammesso dal suo stesso autore tramite Twitter, per quanto riuscito. Insomma, in mezzo alla frenetica attesa per il WWDC 2013, bisogna stare attenti anche a possibili pesci di aprile ritardatari. Chiudiamo qui questo articolo, uno dei primi di quella che si spera possa diventare una lunga serie, dedicato all'imminente evento Apple; nel corso del weekend ritorneremo sull'argomento per un tradizionale recap finale e poi appuntamento a lunedì col SaggioLive. Restate sintonizzati.