L'11 luglio si avvicina, e da curiosi del duo Nokia/Windows Phone nonché delle novità fotografiche (del resto, assieme ad Apple, è l'argomento principale del sito) non perderemmo per 41 milioni di motivi, riprendendo i teaser dell'azienda finlandese, questa presentazione. Ma come per tutti i nuovi prodotti i leak alcuni giorni prima sono inevitabili. Mettete il prossimo Lumia nelle attenzioni di Evan Blass, in arte @evleaks, famoso per le sue indiscrezioni testuali e fotografiche su Twitter di dispositivi in arrivo (per conoscerlo meglio è possibile leggere l'intervista concessa ad Android Police con successivo domande&risposte coi lettori annesso), ed ecco che il Lumia 909, o anche EOS, si svela sempre più al mondo.

nokialumiaeos909

Nelle prime ore della giornata @evleaks l'aveva anticipato come Lumia 1020, ma a quanto pare dovrebbe essere identificato come 909. Per non farlo apparire almeno all'occhio di una classe inferiore rispetto ai 920 e 925, è possibile che Nokia decida appunto di adottare un brand secondario come EOS in aggiunta al principale Lumia. E proprio a proposito degli altri due modelli citati: chi segue questa famiglia di prodotti noterà che le differenze estetiche del 909 rispetto ad essi sono trascurabili. Almeno nella parte frontale: in quella posteriore la storia è diversa, e indica meglio dove trovare tutta la sostanza, ovvero all'interno.

nokialumiaeosretro

Se lato hardware vi è ancora un po' di nebbia, dato che ci si divide tra caratteristiche simili agli altri Lumia (CPU Snapdragon dual-core) e altre più avanzate (come il quad-core e un display full HD), sul comparto fotografico ci sono pochi dubbi nel trovarsi davanti al vero successore dell'808 PureView rilasciato con Symbian nel 2012. Il 925 recentemente sfornato, sebbene rechi il marchio PureView e presenti credenziali leggermente migliori rispetto al 920, non ha nulla a che fare con quel "vecchio" modello. Con questo EOS ci troveremo davanti al ritorno dei 41 Megapixel; se ciò che descrive WPCentral corrisponderà al vero, il comportamento dovrebbe presentare alcune differenze rispetto all'808, con lo scatto contemporaneo di due foto a differenti risoluzioni. La prima, a 38 Megapixel, sarà a fini di stampa e archiviazione, con migliore qualità e livello di dettagli; la seconda sarà da 5 Megapixel e destinata all'uso sui social network. Per sfruttare al meglio il nuovo sensore, oltre a 32 GB (non espandibili) di spazio d'archiviazione dovrebbe essere preinstallata una nuova app, la cui tile si può vedere nella prima immagine sopra. Il suo nome, Pro Cam, è piuttosto ambizioso, al pari di Nokia nel volersi proporre in un settore dove dispone di tecnologie proprie ed acquisite insieme a solide collaborazioni, in particolare con Zeiss. Un messaggio chiaro soprattutto a Samsung, la quale sta cercando di ibridare smartphone e fotocamere in modi differenti ma con scopi finali simili.

L'808 PureView rappresentò il canto del cigno per Symbian; il Lumia EOS 909 sarà invece la consacrazione tanto agognata da Windows Phone, che anche grazie ai notevoli sforzi profusi dalla società guidata da Stephen Elop inizia a conoscere un momento più favorevole? Non ci resta che attendere giovedì prossimo per saperne di più.