Indubbiamente le attenzioni di Apple lato Mac sono quasi tutte concentrate su Mavericks, ma occorre ricordarsi che, almeno per alcune settimane ancora, il sistema operativo correntemente in uso e commercialmente supportato rimane Mountain Lion. La 10.8.5 è in lavorazione da diverso tempo ormai, probabilmente l'ultimo aggiornamento di rilievo prima di passare del tutto la palla alla 10.9 e ricevere più semplici Security Update periodici (mai dire mai, però, considerato che la 10.7.5 arrivò per Lion quasi due mesi dopo il rilascio del successore). Da Macrumors arriva la segnalazione della build 12F35, servita solamente all'interno per l'uso da parte dei dipendenti.

logomountainlion

Tra le particolarità di questa build vi è la presenza delle note di rilascio, segno che probabilmente la versione definitiva è a stretto giro di posta. Eccole qua, tradotte in italiano:

  • Risolve un problema in Mail che poteva impedire la visualizzazione dei messaggi.
  • Migliora le prestazioni nel trasferimento di dati attraverso protocollo AFP su reti Wi-Fi 802.11ac.
  • Risolve un problema che poteva impedire l'avvio automatico del salvaschermo.
  • Migliora l'affidabilità di Xsan.

Come si può vedere, non troviamo nulla di sostanzioso, più semplicemente risoluzione di bug volta a migliorare l'esperienza d'uso quotidiana. Non c'è da dimenticarsi, infatti, che non è detto tutti aggiornino, vuoi perché attendono almeno la 10.9.1 o .2, vuoi perché vi sono app incompatibili con Mavericks, vuoi perché motivi lavorativi lo impediscono. In ogni caso, Mountain Lion non sarà lasciato indietro da alcune delle novità previste per la nuova versione: Safari 6.1 porterà per esso e anche per la 10.7 varie migliorie provenienti dalla 7, mentre iTunes 11.1 si occuperà di iTunes Radio e della sincronizzazione con iOS 7. Chissà che non ci sia spazio pure per iBooks, ma non saremmo nemmeno stupiti se Apple tenesse quest'app come uno dei jolly della 10.9. Manca una settimana, due, tre...? Noi punteremmo per un rilascio prima del quasi confermato evento del 10 settembre, ma con Apple siamo abituati all'imprevedibilità. Ogni giorno, dunque, potrebbe essere quello buono.