Poco tempo fa si vociferava che Sony potesse abbandonare completamente la tecnologia a specchio translucido, proprio nello stesso periodo in cui aveva completato la migrazione di tutte le sue SLR in SLT con la presentazione della Full Frame Sony A99. L'indiscrezione, per certi versi scioccante, è stata prontamente smentita dai portavoce della casa nipponica ma potrebbe poggiare su solide basi. In verità è molto difficile che si possa mettere da parte l'intera linea di SLT, rendendo immediatamente "obsoleto" tutto il parco di obiettivi SAL e creando non pochi problemi ai fotografi che si sono affidati al marchio per la propria professione. Tuttavia conosciamo Sony come un'azienda incredibilmente dinamica, sempre pronta ad esplorare nuovi terreni e soluzioni tecnologiche, e a giudicare dalle ultime indiscrezioni in merito la A3000 qualche ragionamento un po' fuori dagli schemi lo staranno pur facendo, almeno per il settore entry-level.

specchio-translucido-saggiamente.com

Dopo un po' di classici rumor oggi abbiamo anche delle immagini attendibili di quella che sembra essere un mirrorless della serie NEX in un corpo da reflex. La curiosa fotocamera riprende abbastanza da vicino le forme della A58 seppure appaia ancor più compatta ed economica, presumibilmente non oltre i 350€ per il solo corpo. Per quanto l'estetica e la pronunciata impugnatura facciano pensare ad una DSLR (o SLT, nel caso di Sony) si tratta a tutti gli effetti di una senza specchio con tutte le conseguenze del caso, tra cui un tiraggio ridotto che dovrebbe corrispondere ad un corpo dalla profondità minima.

sony-a3000

Dal momento che le NEX hanno raggiunto risultati molto buoni nella messa a fuoco, integrando il sistema per contrasto a quello per rilevamento di fase direttamente sul sensore, almeno nella parte bassa del mercato Sony vuole esplorare la possibilità di creare dei corpi che soddisfino anche chi cerca un approccio fotografico più tradizionale. Il mirino non cambia, perché anche nelle SLT è di tipo elettronico, per cui la vera differenza sarà nella possibilità di usare gli stessi obiettivi delle NEX pur avendo un corpo più generoso e ricco di controlli fisici. La frammentazione della propria offerta può essere negativa ma Sony potrebbe ottenere un interessante risultato offrendo ai proprio utenti la possibilità di passare da un corpo snello, tipico delle NEX, ad uno più ampio e con mirino integrato, senza doversi creare un doppio parco ottiche o dover usare scomodi e costosi adattatori.

La fotocamera dovrebbe chiamarsi Alpha 3000 in Giappone, ma potrebbe avere un nome differente nel resto del mondo, forse ILC-3000. Il sensore sembra essere da 20 MP, il display da soli 230.000 punti affiancato però ad un mirino elettronico da 1,44 milioni di punti. La soluzione è interessante anche perché la più economica mirrorless Sony con il mirino è la NEX 6 (recensione) ma ha un costo molto più elevato di questo futuro corpo. Secondo SonyAlphaRumors, insieme alla ILC-3000 potrebbe arrivare anche la nuova NEX 5T, con modifiche minori rispetto la 5R, e ben tre nuovi obiettivi SEL: 50 f/1.8 OSS, 16-70 f/4 OSS Zeiss, 18-105 f/4G OSS. Questi ultimi due legherebbero molto bene con un corpo più grande rispetto quello delle NEX, in particolare il 18-105 f/4G OSS che è decisamente troppo voluminoso per una mirrorless tradizionale.

nex5t_and_new_lenses_zpsb941d5d9