Quando pensiamo al pagamento elettronico tendiamo a guardarlo dal lato dell’acquirente, colui che sempre più spesso utilizza il mezzo informatico in sostituzione dei contanti o delle carte. Le tecnologie informatiche hanno inizialmente stimolato il commercio sul web ed ora, in questa seconda fase, cercheranno di avvicinarsi maggiormente all’utente. L’NFC, ad esempio, teoricamente consente di trasformare lo smartphone in uno strumento di pagamento, un elemento da strisciare al posto della carta di credito. A fianco a questo si stanno sviluppando tecnologie alternative e la stessa Apple ha messo un piede nella direzione giusta inserendo nell’iPhone 5s un lettore di impronte digitali che, assocciato all’account iTunes, potrebbe aprire la strada ad un modo tutto nuovo di pagare i propri acquisti.

payleven

Dall’altro lato ci sono gli esercenti, coloro i quali devono sottostare ai contratti ed alle tariffe delle banche per poter offrire il pagamento con carta, attraverso il cosìdetto POS che siamo abituati a vedere nei negozi e centri commerciali. La tendenza ad usare denaro elettronico in sostituzione dei contanti è universale e viene accentuata dal legislatore per poter tracciare i movimenti economici nella macro– e micro–economia. Anche i liberi professionisti o i lavoratori in mobilità trarrebbero vantaggio nell’offrire ai propri clienti il pagamento con carta o bancomat, ma non sempre possono fare affidamento sulla quantità di transazioni adeguate a giustificare le complicazioni della richiesta e manutenzione del POS, spese fisse incluse.

payleven-pagamento

È proprio a questa tipologia di lavoratori che è destinata la soluzione Mobile POS di payleven, la quale unisce una incredibile semplicità operativa ad un’altrettanto chiara regolamentazione. Grazie al sistema Chip&Pin ogni smartphone o tablet basato su iOS o Android può gestire le transazioni economiche, associato via cavo o Bluetooth ad un piccolo dispositivo su cui l’acquirente può inserire la carta e digitare il proprio pin. Lo strumento tecnologico è di incredibile semplicità e sicurezza ed ha l’enorme vantaggio di essere completamente trasportabile, per cui utile a qualsiasi lavoratore in mobilità, dal tassista al fotografo. Inoltre con payleven non si deve sottostare ad un canone o garantire un numero minimo di transazioni o di prezzo: qualsiasi acquisto a partire da 1€ può passare sulla propria piattaforma e richiede esclusivamente una piccola commissione sul transato.

Se volete avere maggiori informazioni su come utilizzare il Chip & PIN o volete cominciare ad accettare pagamenti tramite carta da subito, basta visitare il sito di payleven.