Immagino che senza la precisazione seguente qualcuno avrebbe potuto pensar male riguardo ai "due colpi" menzionati nel titolo. Tuttavia, nel senso meno malizioso dell'azione, due colpetti al Melafonino bisogna davvero darli in questo caso. Tra le nuove applicazioni a disposizione per gli utenti di Mac e iPhone si segnala Knock, che consente di trasformare il secondo in una password fisica.

knockapp

Il funzionamento è molto semplice. Una volta installata la parte gratuita per Mac e quella a pagamento (3,59 €) per iPhone, basterà abbinarli e appunto dare due leggeri colpetti con la mano sullo schermo, anche se in tasca, per accedere al proprio account o sbloccare il computer. Non vi è necessità di mantenere l'app aperta, basta essere relativamente vicini in quanto il tutto viene effettuato tramite tecnologia Bluetooth 4.0 Low Energy. Ciò ha importanti benefici sulla batteria, con consumi molto ridotti da parte di Knock. Dall'altro lato, però, la lista di Mac supportati è ridotta ai seguenti: MacBook Air e Mac mini dal 2011 in poi, MacBook Pro e iMac dal 2012 in poi, l'imminente Mac Pro di dicembre. I possessori di generazioni più vecchie non possono usufruire di questa modalità. Meno limitazioni per quanto riguarda gli iPhone, dal 4s in su.

Per ciò che concerne la sicurezza, le operazioni di login/sblocco vengono effettuate con comunicazioni cifrate RSA a 2048-bit, mentre in background l'app su Mac controlla che non vi siano tentativi di accesso da tastiera in corso, fermando eventualmente la procedura. in caso di furto o smarrimento dell'iPhone basterà utilizzare la vecchia password e disattivare il dispositivo dalle impostazioni di Knock per OS X. Sostituirà del tutto le combinazioni alfanumeriche che siamo abituati a digitare? Molto probabilmente no, ma per chi vuole provare qualcosa di alternativo, solo in inglese al momento, può avere qui una buona occasione. E chissà che l'abbinamento tra iOS 8 e iCloud Keychain non porti una funzionalità simile "già inclusa nel prezzo".