Si ritorna a parlare di Apple TV dopo nemmeno una settimana. Nelle scorse ore sono arrivati nuovi segnali, ufficiali e non, sul suo futuro. Partendo da quello ufficiale, si può dire che la fase di hobby sia stata del tutto superata: con l'arrivo delle promozioni per San Valentino, che ha comportato la messa offline dello Store nella prima mattinata ora italiana, lo scatolotto nero da salotto di Cupertino non è più tra gli accessori, ma dispone di una propria sezione come gli altri dispositivi considerati di primo livello dall'azienda, con massima visibilità. In un certo senso, quindi, si può dire che oggi Apple ha finalmente formalizzato e rafforzato la presenza di una quinta linea di prodotti.

appletvnuovacollocazionestore

Sul piano software, oggi è stata introdotta l'app-canale Red Bull TV, dedicata agli eventi sponsorizzati dalla popolare bevanda energetica. Non si tratta di un aggiornamento da fare manualmente, come altri contenuti non strettamente di sistema verrà aggiunto in automatico dal set-top-box. Considerato il famoso slogan, speriamo per l'Apple TV che sia un'aggiunta di ottimo auspicio e le metta davvero le ali. Ma ci vorrà ancora un po', probabilmente, e qui ritorniamo nel campo delle indiscrezioni.

La scorsa settimana abbiamo riportato gli spifferi raccolti da Mark Gurman di 9to5Mac sulle funzionalità ludiche previste per la prossima generazione, con un App/Games Store dedicato e il supporto ai controller che già è disponibile nativamente in iOS 7 per gli iDevices. Lo scorso anno le sue fonti si sono rivelate molto affidabili, con percentuali molto alte di leak tramutatisi in realtà. Oggi si aggiunge ulteriore carne al fuoco destinata ad aumentare sensibilmente l'acquolina in gola. I cambiamenti hardware potrebbero essere infatti più corposi di un semplice cambio di processore; in particolare, Apple starebbe testando l'incorporazione del piccolo router AirPort Express, dotandolo di supporto 802.11ac, con l'obiettivo di migliorare la qualità audio/video. Gestendo direttamente la connessione Wi-Fi, infatti, l'Apple TV potrebbe gestire la banda disponibile in modo flessibile a seconda delle esigenze del momento, dando ad esempio priorità allo streaming di contenuti multimediali rispetto al traffico dati generale degli altri dispositivi connessi. L'attuale generazione, dovendo dipendere da router esterni, non ha la possibilità di farlo.

Ma c'è di più. In un'ottica soprattutto americana, adattabile comunque pure allo scenario del Vecchio Continente, sarebbero in corso test sull'inclusione di funzionalità per la fruizione di canali televisivi. Per come la descrive Gurman, non necessariamente si tratterebbe di un sintonizzatore TV, quanto di una soluzione più simile a OneGuide di Microsoft, la quale prevede un collegamento HDMI tra decoder e Xbox One in modo che operazioni come il cambio canale o la consultazione della guida elettronica vengano prese direttamente in carico dalla seconda, fornendo così un'unica esperienza d'uso assieme a videogiochi e altre componenti multimediali. Deluderebbe coloro che speravano in un vero all-in-one, ma va considerato come gli operatori del settore difficilmente lo permetterebbero e nella forma prospettata risulterebbe lo stesso una novità interessante per la futura Apple TV 4G.

Come specifica 9to5Mac, si tratta di prove interne a One Infinite Loop, che non è detto vedano sbocchi concreti nel prodotto finito. Tuttavia, i potenziali miglioramenti apportati ci danno una buona dose di positività per attenderli insieme alla nuova modalità gaming. L'attenzione sull'ex-hobby cresce sempre più, e speriamo che Cook non voglia farci attendere ancora troppi mesi prima di svelare ciò che bolle in pentola.