Secondo 9t05Mac, dopo aver presentato la richiesta lo scorso mese di settembre, Apple ha ottenuto la registrazione di due nuovi brevetti relativi all'applicazione dello strato oleorepellente e a quello idrorepellente sulle superfici in vetro zaffiro.

20131203_iphone_6_prototipo

Dopo l'acquisizione della fabbrica in Arizona da parte di Cupertino, si era vociferato da più parti che l'acquisizione era finalizzata solo alla produzione dei quadranti per iWatch, ma la resistenza del materiale e la ricerca per la sua migliore implementazione lasciano pensare ad un suo utilizzo con tutti gli altri dispositivi touch. Del resto, Apple applica già uno strato oleorepellente sul TouchID, ma la sua superficie è minore rispetto a quella a cui fa riferimento il brevetto.

Il metodo di applicazione dei due strati protettivi è totalmente differente rispetto a quello seguito sino ad ora per i vetri in Gorilla Glass, materiale meno resistente ad urti e graffi rispetto al vetro zaffiro, ma sicuramente più leggero: se sono veri i rumor sulle dimensioni maggiorate del display di iPhone 6 (o da 4.7" o da 5.5"), la sfida di Apple è anche quella di riuscire a mantenere i propri device leggeri nonostante i materiali nobili utilizzati.