Sul palcoscenico del Moscone Center di San Francisco, Microsoft ha inaugurato molto bene la sua conferenza per sviluppatori BUILD, con novità a tutto campo sia per Windows Phone sia per Windows nella sua forma più tradizionale. Ma l'azienda di Satya Nadella non era da sola: anche Nokia è stata della partita, con quelli che molto probabilmente saranno gli ultimi dispositivi realizzati in indipendenza. L'accordo di cessione a Microsoft della divisione Devices è infatti previsto per la chiusura proprio nel corso di questo aprile. I Lumia 930 e 630/635 inaugurano la nuova generazione degli smartphone finlandesi con Windows Phone 8.1.

nokialumia930

Il Lumia 930 si posiziona nella fascia alta ed è strettissimo parente dell'Icon presentato in esclusiva per Verizon a febbraio. Di fatto le caratteristiche sono identiche: guscio in alluminio, display da 5" a risoluzione 1080p con vetro Gorilla Glass 3 e fotocamera posteriore PureView da 20 Megapixel, con lenti Zeiss e stabilizzazione ottica; la registrazione video è a 1080p, coadiuvata da ben 4 microfoni per catturare qualitativamente meglio l'audio. Il sensore frontale è invece da 1,2 Megapixel. All'interno presenta un SoC Qualcomm Snapdragon 800 quad-core da 2,2 GHz, con chip grafico Adreno 330 e 2 GB di RAM. Lo spazio di archiviazione interna ammonta a 32 GB, purtroppo non espandibili. A parziale compensazione intervengono i 7 GB offerti da Microsoft su OneDrive. Non mancano LTE, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.0 e NFC. Il delicato compito di dare sufficiente autonomia al 930 è affidato a una batteria agli ioni di litio da 2420 mAh.

Lo smartphone sarà disponibile a partire da giugno, con un prezzo di 599 $, in 4 diverse tonalità: nero, bianco, verde e arancione.

nokialumia630

I Lumia 630 e 635 si posizionano invece nell'area medio-bassa di mercato. Guscio in policarbonato, matte per il 630 e glossy per il 635, entrambi presentano il medesimo display da 4,5" con risoluzione 480x800, che incorpora anche i tre pulsanti software Indietro/Start/Ricerca supportati da Windows Phone 8.1. Il SoC è un Qualcomm Snapdragon 400 quad-core da 1,2 GHz, affiancato da 512 MB di RAM, pochi ma comunque ben sfruttati dal sistema operativo mobile Microsoft. Sola fotocamera posteriore da 5 Megapixel con registrazione 720p, mentre lo spazio di archiviazione ammonta a 8 GB, qui espandibili via microSD per ulteriori 64. Assente NFC, presente invece Bluetooth 4.0 affiancato dalla tecnologia SensorCore, utilizzata soprattutto per le applicazioni dedicate al fitness grazie alle capacità di rilevare passi fatti, km percorsi e calorie bruciate. La differenza principale tra i due dispositivi è nella connettività: il Lumia 630 si ferma ad HSPA+ ma disporrà di una versione dual-SIM; singola scheda per il 635 che però include il supporto LTE.

Quattro le tonalità previste per il guscio, nero, bianco, giallo e arancione. Il 630 arriverà per primo, a maggio, con un prezzo consigliato di 159 $, che diventano 169 se si punta al dual-SIM. Luglio darà invece il via commerciale al 635, quotato a 189 $. La nuova lineup inizia quindi a comporsi, mantenendo in ogni caso ancora interessanti gli attuali modelli, che saranno tutti aggiornati a Windows Phone 8.1 col firmware Nokia Cyan, dedicato alla fotografia. L'aggiornamento darà inoltre accesso gratuito a tutti alla versione Plus di HERE Drive, finora riservata solo ai dispositivi Nokia di fascia alta e medio-alta. Sia il Lumia 520 che prodotti non finnici come l'HTC 8X potranno disporre delle mappe su scala mondiale, contrariamente alla limitazione della sola nazione di registrazione prevista dall'attuale versione base di HERE Drive. Un crescente numero di benefit, che si spera vengano mantenuti e persino migliorati ulteriormente una volta effettuato il passaggio di consegne con Microsoft.