Per quanto il flusso continuo di indiscrezioni si sia placato, almeno al momento, Mark Gurman di 9to5Mac è riuscito ad ottenere ancora qualche spiffero in più. In un roundup di quanto pubblicato fino alle scorse ore sono stati inclusi nuovi dettagli che coinvolgono sia il software, ossia iOS 8, sia l'hardware, ossia la prossima generazione di iPhone. L'obiettivo sembra essere la chiusura del cerchio ancora aperto relativo ad LTE.

iphonelte

Ad oggi, infatti, sulle reti di quarta generazione transitano solamente i dati; il supporto voce è assente, delegato alle tecnologie precedenti 2G e 3G. Quando si effettua o si riceve una chiamata, il dispositivo effettua la commutazione in automatico (CSFB, Circuit Switched Fallback). Terminata la conversazione, dopo qualche secondo ritornerà automaticamente su LTE. Tutto ciò avviene lato operatore, quindi l'utente non si accorgerà di nulla.

Soluzioni per colmare questa lacuna del 4G sono già state però sviluppate, sotto forma di VoLTE (Voice over LTE). Basato su IP come lo stesso LTE, promette una maggiore qualità rispetto alla poco utilizzata tecnologia HD Voice. Alcuni operatori hanno già adottato VoLTE, altri pianificano di farlo nel corso dell'anno o di quello prossimo. Non si avverte, almeno per ora, la fretta di un rollout globale.

Apple, nel frattempo, vuole cercare di essere preparata al momento in cui si farà sul serio, introducendo il supporto VoLTE sia in iOS 8 che nell'iPhone 6 o come verrà chiamato. Non per forza potrebbe essere subito abilitata: sempre secondo le fonti di Gurman, qualora a Cupertino non riscontrassero soprattutto negli USA una rapida introduzione della tecnologia (è usata sinora dalla sola T-Mobile), la funzionalità potrebbe essere rimandata a un momento successivo, lasciandola dormiente. Un discorso da approfondire meglio è se anche gli iPhone 5/5c/5s potranno disporne attraverso un aggiornamento software: qui il quadro generale per l'intero mondo smartphone è poco chiaro. Nel 2012 Samsung rilasciò in Corea un pacchetto specifico per aggiungere VoLTE al Galaxy S III. Ciò però non sembra possa diventare una regola per il futuro.

Potremmo saperne qualcosa di più già al WWDC 2014? Se davvero sarà legato al prossimo Melafonino, è praticamente impossibile. Questa tipologia di features viene appositamente lasciata nascosta da Apple conservandosela per l'evento autunnale, come già successo negli scorsi anni. Detto ciò, non ci rimangono che alcuni mesi per chiarire il tutto. Chissà che intanto non venga implementato HD Voice su più vasta scala.