windows-xp

L'8 aprile Microsoft ha completamente chiuso il supporto a Windows XP, lasciandosi finalmente alle spalle questo sistema operativo dopo ben 13 anni. Avevamo avvisato che tutti i bug scoperti successivamente sarebbero rimasti aperti e, per questo, suggerito a tutti quelli che ancora lo utilizzano (magari sul lavoro) di programmare un update prima possibile. E non abbiamo dovuto attendere molto prima della scoperta di un nuovo bug. Secondo un recente advisor di sicurezza diffuso dalla stessa Microsoft, è stato identificato un grosso problema in tutte le versioni di Internet Explorer (compresa la più recente 11) che consente ad un malintenzionato di ottenere permessi completi sul computer, potendo installare programmi, accedere e cancellare tutti i file e tanto altro. Mentre per le ultime versioni di Explorer arriverà una patch entro pochi giorni, quelle che girano su XP (come l'ancora molto utilizzata 6) non avranno questa fortuna. Vedremo sommarsi tutti i bug che saranno scoperti da qui in avanti e considerando il numero di patch che solitamente Microsoft rilascia per i propri sistemi operativi è facile immaginare che saranno decine le falle nei prossimi mesi, rendendo XP sempre più a rischio. Insomma anche i più affezionati e quelli che hanno rimandato fino ad oggi per non aggiornare i propri software d'ufficio, ormai sono costretti a prepararsi al salto o, quantomeno, a sconnettersi completamente da internet.