Sugli store di applicazioni Apple non è prevista una procedura per il rimborso degli acquisti non graditi o effettuati per errore, cosa che invece è disponibile nel Play Store. In tutti i casi si può da sempre seguire una procedura più complessa, aprendo un ticket e chiedendo manualmente l'annullamento dell'acquisto. L'operazione funziona a dovere, e ci si ritrova con lo storno direttamente sulla carta di credito, ma insolitamente le app continuavano a poter essere scaricate dall'utente, così come i futuri aggiornamenti. Questo "buco" nel sistema è stato chiuso da qualche giorno sia su App Store che sul Mac App Store. Inizialmente se n'è accorto un utente su Twitter ma ora anche io che avevo un'app in queste condizioni, sui Mac ricevuto l'avvisto che l'aggiornamento non è disponibile con questo ID Apple.

aggiornamento

Questo cambiamento vuol dire che a Cupertino si sono accorti del problema, ma significa anche che hanno dovuto aggiungere la possibilità di segnalare i rimborsi sulle singole app. Quest'ultimo aspetto è quello più interessante, perché se è stata prevista questa funzionalità è possibile anche che venga realizzato un procedimento più semplice per chiedere il rimborso. Ancora siamo al primo passo, ma il futuro sembra andare nella giusta direzione. Dopotutto non era giusto che dopo aver chiesto un reso si potesse continuare ad usare l'app regolarmente.