Proprio oggi ho pubblicato un rapido unboxing del Mac Pro, il computer che rappresenta la vetta più alta della produzione Apple. Con la nuova workstation è arrivata una risposta diretta per i professionisti, che dopo l'abbandono del precedente Mac Pro iniziavano a sentirsi poco rassicurati da Cupertino. Proprio il Mac Pro riguarda l'immagine pubblicata da Tim Cook sul suo profilo Twitter, dove si vede il CEO nella fabbrica da cui vengono sfornati questi computer. La particolarità che non è sfuggita agli utenti di Twitter è che seppure i computer utilizzati nella fabbrica sono dei moderni iMac, il sistema operativo utilizzato è Windows (probabilmente versione 7).

windows-running-imac-tim-cook

Sicuramente si tratta di una scelta obbligata, perché per il controllo delle catene di produzione vengono sviluppati unicamente software per la piattaforma più diffusa, ovvero Windows, tuttavia l'effetto finale per i fan Apple potrebbe essere spiacevole. Pensare che serva questo sistema operativo, magari in una versione anche datata, per realizzare un moderno Mac Pro, può sembrare un controsenso, eppure gli schermi di questi iMac parlano chiaro. Speriamo che non gli sia uscita qualche schermata blu proprio durante la realizzazione del mio Mac Pro!