Diciamocela tutta: dal punto di vista meteorologico, quest'estate, specialmente in certe zone d'Italia, non si sta certo facendo ricordare come stagione torrida e soleggiata. Guardando invece sul piano tecnologico, invece, i movimenti fortunatamente ci sono, il che è un bene per noi utenti. Si tratta comunque di movimenti perlopiù preparatori, come le Beta di iOS 8 e OS X Yosemite. L'autunno è infatti il periodo di maggiore azione di Apple, ma anche delle altre. Secondo i nuovi report di 9to5Mac, settembre e ottobre saranno molto serrati a Cupertino, al fine di rendere concreta la miglior linea di prodotti degli ultimi 25 anni, seguendo le stesse parole della dirigenza.

yosemiteconvergenzaosxios

Iniziamo dall'evento più vicino, ovvero quello settembrino. Essenzialmente, proseguirà la tradizione già vista negli ultimi anni, con l'introduzione contemporanea del rilascio finale della nuova versione di iOS e di un rinnovato iPhone; sebbene ormai accada più di rado, rappresenta anche l'occasione per aggiornare la gamma iPod. Per il Melafonino sembra sempre più vicino il tanto discusso "sdoppiamento" in due dimensioni differenti, tuttavia sembra che tra alcune settimane si vedrà solamente la variante da 4,7", con quella da 5,5" ancora in forse ed eventualmente rimandata più in là. I lavori su iOS 8 si avvieranno verso la conclusione col rilascio di una quinta e forse ultima Beta prevista per il 4 agosto, in modo da poter arrivare alla Golden Master alla fine di quel mese o agli inizi di settembre (e nel secondo caso non si può escludere del tutto una transitoria Beta 6) dando la possibilità agli operatori di testare il codice definitivo e ai fornitori terzi come Foxconn di precaricare il sistema sui nuovi iPhone in produzione. Le settimane di settembre da tenere d'occhio saranno la seconda e la terza.

Il tempo di smaltire il primo evento, ed ecco che si passerà al secondo, in pieno ottobre. Gli argomenti cardine dovrebbero essere l'iWatch e il Mac. Dell'orologio si parlava già da qualche tempo dell'autunno come più probabile finestra di lancio, pertanto queste voci sono più ulteriori indizi che novità in senso stretto. Per i computer, sicuramente molto spazio sarà dedicato a OS X Yosemite in versione definitiva, pronto per il rilascio gratuito sul Mac App Store, e chissà che in quell'occasione, aggiungiamo noi, non intendano dare ulteriori dettagli sull'app Foto prevista per il 2015, magari sotto forma di Preview. Non solo il sistema operativo, ma anche hardware, con il MacBook Retina da 12". La collocazione di tale prodotto non è ancora molto chiara: sarà un MacBook Air? Farà parte della gamma MacBook Pro? O diventerà una linea a sé stante? Tutte le ipotesi sono in gioco, con l'unica apparente costante sulla forte convinzione di Apple riguardo questo nuovo portatile. Attenzioni pure per i desktop, con un prodotto a risoluzione 4K. Ma anche qui la collocazione non è chiara, se si tratterà di un iMac oppure di un Thunderbolt Display. Non si tratterà inoltre di un vero e proprio display Retina, dal momento che per motivi tecnici non verrà raddoppiata la risoluzione com'è successo in tutti gli altri casi: rimane comunque aperta la possibilità da parte dell'azienda di definirlo "Retina" a prescindere, con fini che a quel punto risulterebbero solo commerciali. A supporto arriverebbero aggiornamenti ad-hoc per iMac e Final Cut Pro, al fine di migliorare l'elaborazione di filmati in 4K. Gli iPad dovrebbero invece avere una parte più marginale, almeno per quest'anno, accontentandosi, si fa per dire, di miglioramenti prestazionali e Touch ID.

È bene ricordarlo: questi sono per ora dei puri rumors, i quali possono essere soggetti a variazioni parziali o anche totali, e si è già visto in occasione del WWDC 2014 di giugno. Tra i principali "fattori di rischio" vi sarebbero le difficoltà produttive per l'iPhone da 5,5" e, per i Mac, la gamma di processori Intel Broadwell con rilascio a cavallo tra fine anno e primi mesi del prossimo. Nell'attesa di avere maggiori conferme da parte di Apple, non rimane da sperare che l'estate meteorologica migliori, in modo da rilassarci meglio in questo periodo di relativa quiete informatica.