Un po' a sorpresa, Apple brevetta un nuovo (e a mio parere molto interessante) sistema di comunicazione e di conduzione di energia fra dispositivi che sfrutta le microonde da utilizzare in dispositivi che non richiedono un grosso consumo energetico (come, ad esempio, bracciali elettronici dedicati al rilevamento dei parametri biologici durante la giornata).

6a0120a5580826970c01a3fd40ab8f970b-800wi

Il sistema è, almeno teoricamente, semplice: il dispositivo da interfacciare con iPhone è dotato di un'antenna in grado di ricevere e trasmettere microonde in modo da comunicare i vari dati con il device principale. Durante lo scambio delle informazioni, il dispositivo sarebbe in grado di immagazzinare elettricità grazie allo sfruttamento delle microonde, immagazzinandole in una sorta di "serbatoio" interno: infatti, il sistema brevettato da Apple, non prevede l'utilizzo di nessuna batteria.

Apple stessa, inoltre, ha brevettato anche la possibilità di utilizzare il sistema di conduzione anche per dispositivi monouso o per i chip delle carte di credito, in modo da semplificare ulteriormente i pagamenti wireless.

Per quanto attualmente sia quasi impossibile pensare di avere un iPhone o un propbabile iWatch in grado di non dover essere più ricaricati a causa del loro eccessivo consumo energetico dovuto soprattutto agli schermi, non è da escludere un suo futuro sviluppo e una sua probabile introduzione anche per Magic Mouse, Magic Trackpad e Wireless Keyboard, dispositivi a ridotto consumo energetico che potrebbero essere fra i primi a dire addio alla schiavitù delle pile (anche ricaricabili).