Secondo quanto riportato da Amongtech.com (che a sua volta cita come fonte Dutch News), Apple sarebbe pronta ad avviare una nuova webfarm in una piccola isola dei Caraibi, Curacao (che, ironia della sorte, è vicina ad Aruba, ndr).

10187-2280-Screen-Shot-2014-08-16-at-11506-PM-l

La webfarm era in costruzione già da diversi mesi, ma l'azienda che si stava occupando della sua realizzazione è fallita e, pertanto, i lavori sono stati sospesi fino a che non è stata rilevata da Unique Infrastructure Group.

Non è chiaro se il nuovo impianto sarà destinato a offrire i servizi di iCloud, di iTunes o di entrambi, ma considerato che nell'ultimo anno Apple ha puntato più sui servizi nella nuvola (basti pensare all'avvio di iCloud Drive in concomitanza al rilascio di iOS 8) e che, pertanto, ha iniziato a creare dei nuovi datacenter regionali (recentemente uno in Cina in collaborazione con China Telecom per i servizi erogati agli utenti cinesi e da qualche tempo si parla di un nuovo stabilimento in Olanda per l'Europa) è lecito pensare che tutto sia destinato all'ottimizzazione dei servizi di storage online, per raggiungere l'eccellenza per competere con Dropbox, Google Drive e One Drive di Microsoft.