Se è vero che Apple svelerà al grande pubblico il prossimo 9 settembre il suo iWatch, i suoi diretti concorrenti affilano le armi e, poco prima dell'inizio dell'IFA di Berlino che si terrà dal 5 al 10 settembre 2014, svelano i propri piano con dei comunicati stampa.

La mossa, ovviamente, è quella di evitare di sovrapporre la presentazione dei propri dispositivi indossabili con un'eventuale presentazione di quello di Apple che priverebbe della giusta esposizione mediatica i due competitor.

lG-G-Watch-R-android-wear

LG, fra le prime aziende ad annunciare uno smartwatch basato su Android Wear e che, tutt'ora, gode di una buona considerazione da parte degli utenti del mondo del robottino verde, ha mostrato le foto del G Watch R, orologio dal design più raffinato del suo fratello più grande, con cassa rotonda, ghiera (molto probabilmente) girevole e il display che replica in maniera molto accurata quello di un cronografo.

Le caratteristiche hardware sembrano di buon livello: display AMOLED da 1.3", il processore Qualcomm Snapdragon 400 da 1.2 Ghz (lo stesso del G Watch), 512 mb di RAM, 4 Gb di memoria di massa, cinturini intercambiabili da 22 mm e una batteria da 410 mAh. Il G Watch R, inoltre, gode della certificazione IP67, essendo resistente all'acqua, ed integra sui lati della cassa il pulsante per l'accensione e lo spegnimento e un sensore di rilevamento dei battiti cardiaci.

samsung-gear-s-smartwatch-01_t

Samsung, dal canto suo, ha svelato il nuovo Gear S, sempre dal design squadrato e con un'interfaccia "leggermente" ricalcata dai quadranti Patek Philippe, funzionante grazie al suo sistema proprietario Tizen. Il display, curvo, è da 480 x 360 pixel, il processore è un dual core da 1 Ghz, ha 512 mb di memoria RAM e e una batteria da 300 mAh che, secondo Samsung, dovrebbe garantire due giorni di utilizzo moderato del dispostivo. Il suo punto di forza è la connessione 3G indipendente, il che lo rende utilizzabile anche se non associato ad alcuno smartphone. L'intenzione dell'azienda coreana è, infatti, quella di portare la stessa esperienza degli smartwatch al polso dei propri utenti.

Basterà giocare di anticipo per contrastare il probabile lancio di iWatch fra 10 giorni? Molto probabilmente Apple è pronta a rivoluzionare il modo di intendere anche questo nuovo settore dell'informatica e, quindi, i due attuali smartwatch potrebbero diventare già "vecchi" in concomitanza al loro lancio.