La settimana feriale si chiude com'era cominciata: parlando di Office. Proprio lunedì avevamo infatti mostrato gli screenshot trapelati della prossima versione di Outlook per Mac, ad anticipare il resto della suite. Finalmente Microsoft ha deciso di scoprire le sue carte, presentando i piani previsti per il prossimo futuro. Arriverà tutto, e qualcosa sin da subito.

nuovooutlookmac

Quel qualcosa è proprio Outlook, il componente che forse più di tutti risultava bisognoso di accorgimenti, essendo nella versione 2011 non ancora all'altezza della controparte su Windows. Il rinnovato client di posta elettronica di Redmond migliora in prestazioni grazie a un'architettura interna rivista e adotta pienamente l'interfaccia Ribbon in linea a quanto già fatto con OneNote dando un'impostazione identica o quasi tra le edizioni per Mac e PC. I maggiori benefici sulla gestione della posta riguardano gli account Exchange, con la possibilità di ricercare nei messaggi archiviati online e una sincronizzazione più efficiente sin dal primo avvio. Outlook per Mac ora dispone inoltre del supporto agli Elenchi Categorie Principali, mantenendole sincronizzate con client Windows e anche con Outlook Web Access (OWA), utilizzabile sia da web sia tramite le apposite apps disponibili per iOS e Android. Queste sono le novità principali descritte da Microsoft, ma naturalmente la lista completa non mancherà di essere decisamente più corposa.

La disponibilità del nuovo Outlook è immediata, ma non esattamente per tutti: occorre infatti avere un abbonamento Office 365 attivo. Per poter procedere all'installazione occorrerà entrare da browser nel proprio account associato al servizio e scegliere l'apposita opzione. Coloro che dispongono invece di una copia di Office per Mac comprata singolarmente senza abbonarsi dovranno attendere ancora un po'. Con l'occasione, Microsoft ha spiegato i prossimi passi del percorso che porterà al rilascio definitivo. Il forte ritardo accumulatosi rispetto alle edizioni Windows è stato necessario al fine di dare priorità alla versione web, Office Online, e a quella per iPad. Un lavoro comprensivo di una forte componente cloud e che contribuisce come base al futuro rilascio per Mac. Arriverà nella seconda metà del 2015, con una Beta pubblica nella prima metà. Gli utenti di Office 365 riceveranno la nuova versione senza costi aggiuntivi come previsto dalle condizioni di abbonamento, mentre seguiranno i dettagli commerciali per le licenze acquistate con pagamento singolo. Segnali di risveglio importanti da Redmond, che rassicurano sulla volontà di continuare a supportare la piattaforma Mac ma al contempo preoccupano molti dal punto di vista dell'esperienza d'uso, come hanno mostrato anche i commenti al nostro precedente articolo su Outlook. Come al solito, terremo d'occhio tutti gli sviluppi della vicenda.