La scorsa settimana, all'annuale incontro che Apple organizza con i produttori di terze parti che aderiscono al programma Made For iPhone, sono state svelate nuove specifiche che permetteranno un ampliamento della gamma di accessori attualmente presenti sul mercato.

beats-lightning

La prima ed assoluta novità è la possibilità per i produttori di accessori MFi di integrare una porta Lightning all'interno dei propri dispositivi: quindi, presto, potremo acquistare accessori che, pur occupando l'unico connettore a disposizione sul nostro device, permetteranno di collegar un altro accessorio o un cavo di alimentazione. Per comprendere meglio la comodità e la portata di questa innovazione, basti pensare alla possibilità di collegare un guscio protettivo con batteria ausiliaria ad iPhone che alla sua base integri una seconda porta Lightning, consentendoci di utilizzare, ad esempio, il convertitore a VGA o ad HDMI.

Inoltre, sono state rese note le specifiche per la costruzione di dispositivi che possano gestire il flusso audio direttamente dal connettore proprietario di Apple: la notizia si era già diffusa nei mesi scorsi ed oggi è stata ufficializzata. Dunque, potranno essere messi in produzione auricolari o cuffie che potranno anche non usare il classico connettore jack.

Le nuove specifiche saranno implementate in un nuovo connettore (nome in codice, C68) che potrà essere integrato in un guscio meno ingombrante per favorire i produttori di accessori dal design molto sottile: per noi consumatori non c'è da preoccuparsi, in quanto la punta del connettore rimarrà la stessa e, quindi, tutti gli attuali cavi ed accessori saranno pienamente compatibili con le nuove specifiche. Del resto, lo stesso trattamento era già stato riservato al connettore Dock che, nel corso degli anni, aveva guadagnato una base più sottile e meno ingombrante.