Da quando sono stati lanciati iPhone 6 e iPhone 6 Plus si è ipotizzato che gli schermi più grandi potessero ridurre l'utilizzo quotidiano dell'iPad, oltre che le sue vendite. Techcrunch riporta una ricerca di Pocket, una delle app più apprezzate per l'archiviazione e lettura di contenuti, che ci dà una prima conferma di tutto ciò. Nell'analisi sono stati presi in considerazione gli utenti che possiedono sia iPhone che iPad, verificando in che percentuali utilizzano l'uno o l'altro dispositivo per accedere agli articoli memorizzati tramite la funzione "save for later" di Pocket.

IMG_4835.JPG

Nel caso dell'iPhone 5s il tablet viene sfruttato per il 45% del tempo, mentre chi possiede il 6 lo usa solo per il 28%. Insomma con l'aumento della dimensione dello schermo dello smartphone cresce il suo utilizzo a diminuisce quello del tablet, così chi possiede un iPhone 6 Plus sfrutta l'iPad solo nel 20% dei casi. Bisogna considerare che gli iPhone 6 sono acquisti recenti e questo potrebbe spingere gli utenti ad usarli di più, tuttavia, anche limando le percentuali in tal senso, rimane importante l'impatto della dimensione dello schermo sull'utilizzo. Forse Apple aveva previsto questo trend e per tale ragione nell'ultima tornata di aggiornamenti ha lasciato un po' indietro l'iPad mini, quello che sicuramente è destinato a soffrire di più il confronto con il 6 Plus. In tutti i casi i phablet rubano effettivamente spazio ai tablet, perché acquistando uno smartphone con schermo da 5/6" l'obiettivo che si vuole raggiungere è proprio quello di avere un dispositivo unico per tutto.