stevejobs

Il biopic su Steve Jobs basato sulla biografia scritta da Water Isaacson è alle prese con un altro intoppo. La pellicola, inizialmente prevista per li 2015, avrebbe dovuto avere come attore principale Leonardo Di Caprio il quale però ha rifiutato l'incarico. Allora si è pensato a Christian Bale, ma quando tutto sembrava confermato questo ha deciso di rinunciare perché non riteneva il personaggio adatto alla propria personalità. La sceneggiatura di Christian Boyle (vincitore di un oscar con The Millionaire) è già pronta, ma il futuro della pellicola è ancora incerto. Sony ha acquistato i diritti, ma AppleInsider ha trovato un'articolo su Deadline in cui si afferma che questa abbia ora deciso di rinunciarvi. La Universal sarebbe pronta a raccogliere la sfida e ciò potrebbe evitare di far slittare ancora la produzione del film. Le due major cinematografiche non hanno voluto commentare la notizia, ma l'impressione è che Sony stia avendo difficoltà nel mettere a frutto la pellicola. Se tutto andrà come sperato potremmo vedere l'ennesimo film sulla vita di Jobs entro il 2016, ma sono in molti a chiedersi se ci sia davvero bisogno di ritornare ancora sull'argomento dopo I Pirati della Silicon Valley e Jobs, soprattutto perché anche il nuovo biopic avrebbe in programma di trattare lo stesso periodo storico fermandosi alla presentazione dell'iPod, senza raggiungere il momento che ha decretato il successo contemporaneo di questa grande azienda, ovvero la nascita dell'iPhone.