Ci sono molti ambiti in cui l'iPad ha già imparato o sta imparando a offrire strumenti equivalenti se non migliori di quelli disponibili sui computer tradizionali. Lo vediamo per la produttività da ufficio con le suite iWork e Office, per l'elaborazione delle immagini con Lightroom, Photoshop Touch e Pixelmator, per i video con iMovie e Premiere Clip, per l'audio con GarageBand e Cubasis. Questi sono alcuni dei settori in cui il tablet Apple è in grado di dimostrare le sue potenzialità. Rimangono e probabilmente ancora per un po' rimarranno aree in cui il vantaggio è delle workstation; una di queste aree è il CAD. Non che sia completamente a secco la scena del Computer Aided Design su iPad, anzi. L'app più famosa è AutoCAD 360, variante mobile ufficiale del famoso software che non consente lo stesso range di modifiche del "fratellone" ma rappresenta un discreto inizio quantomeno per affiancare vecchio e nuovo. C'è però chi ritiene le soluzioni attuali limitanti, soprattutto perché provenienti da una concezione in cui l'input a tocco non è tenuto in grande considerazione rispetto alla coppia tastiera/mouse. Un gruppo di ex-dipendenti AutoDesk sta lavorando per fornire un'alternativa: UMake.

umakeipad

Image from 3dprint.com.

L'obiettivo di UMake è dare maggiore personalità ed efficienza alla creazione di disegni CAD 3D, sfruttando la tecnica a mano libera in combinazione con elementi più tipici di questa tipologia di applicazioni, come il sistema a tre assi ben visibile nell'immagine sopra. Nelle intenzioni degli sviluppatori la ridotta curva di apprendimento allargherà il bacino di utenza di tali prodotti, soddisfacendo al contempo quello esistente, almeno in buona parte. Posto a confronto con sistemi tradizionali, nell'ottenere lo stesso risultato con UMake si risparmia decisamente tempo.

Occorre comunque tenere presente che l'app si inserirà in un contesto su iPad ancora relativamente poco approfondito e comunque per la sua stessa natura non in sostituzione di proposte più avanzate. Se però si è fuori ufficio, con la necessità di trasformare rapidamente un'idea in bozzetto tridimensionale, UMake appare alquanto promettente. Attualmente è in fase Beta, con la possibilità per gli interessati di lasciare il proprio indirizzo email per entrare nel gruppo di testing. Per il rilascio finale occorrerà attendere ancora un po'.