Ci sono movimenti di rilievo su ben due piattaforme oggi: Windows Phone e iOS. È la prima in particolare a destare le maggiori attenzioni grazie alle novità relative a Cortana, l’assistente virtuale targato Microsoft. A partire da oggi, infatti, altri 5 paesi europei, tra cui l’Italia, si aggiungono alla Gran Bretagna nella lista di quelli supportati.

cortanaitaliano

Tecnicamente non si tratta ancora di un rilascio pubblico, in quanto è allo stadio Alpha e riservato a tutti gli iscritti del canale di aggiornamenti Developer Preview; poiché però ci si può registrare in maniera gratuita grazie al portale App Studio, praticamente è aperto a chiunque voglia provare in Anteprima la nuova funzionalità. Pur essendo ancora lontana dalla versione definitiva, Cortana in italiano può già effettuare tutte le funzionalità principali come effettuare chiamate, inviare messaggi, leggere quelli arrivati, creare promemoria, vedere il meteo in tempo reale, conoscere i risultati della propria squadra del cuore e altro ancora, col sistema che mano a mano imparerà le abitudini dell’utente per fornire un’esperienza più mirata. Non mancano anche le capacità di conversazione, inclusi detti popolari e barzellette. Ciò che attualmente manca alla nostra variante di Cortana sono le risposte a domande dirette di cultura generale (ad esempio, “Quanto è lungo il fiume Po?”) e la possibilità di controllare lo stato dei voli. Inoltre i dati relativi ai trasporti sono limitati alle grandi città.

L’aggiornamento è già disponibile dall’apposita sezione per tutti coloro che hanno la più recente Preview di Windows Phone 8.1 Update 1. Una volta installato, si potrà iniziare ad interagire con Cortana premendo il tasto di ricerca. Nel corso dei prossimi mesi seguiranno ulteriori affinamenti in vista del passaggio alla più ampia fase Beta e infine al vero debutto commerciale.

Anche Siri, nel frattempo, ci ha tenuto ad acquisire nuovi trucchi per migliorare il suo rapporto con gli italiani. Da oggi infatti le si possono chiedere gli orari dei film proiettati nelle sale cinematografiche della propria zona. Questa funzionalità era finora stata riservata solo a Stati Uniti, Gran Bretagna e poche altre.

sirioraricinema

In questo caso non è richiesto alcun intervento da parte dell’utente: tutti gli aggiornamenti vengono effettuati lato server. Chiunque voglia metterla alla prova potrà dunque farlo sin da subito.