Samsung è pronta ad entrare in concorrenza con Apple anche nel settore dei pagamenti mobile. Secondo un report di Re/Code la casa coreana avrebbe concluso un accordo con la startup LoopPay, che ha sviluppato un metodo di pagamento in grado di funzionare in ogni negozio in possesso di un POS, anche senza tecnologia contactless.

looppay-samsung

Il processo di LoopPay nasce dalla combinazione di un'app e di una custodia in cui inserire lo smartphone. Quando strisciamo la nostra carta di credito, questa emette un impulso magnetico che invia al POS, LoopPay è in grado di simularlo permettendo il pagamento con una carta memorizzata nell'applicazione. Grazie alla partnership con questa startup, Samsung potrebbe integrare la loro tecnologia nei prossimi device da lanciare nel 2015 offendo così un metodo in grado di funzionare in ogni store al day one, visto che non c'è bisogno di nessun accordo contrattuale con banche e circuiti di pagamento né di un aggiornamento della tecnologia hardware nei luoghi fisici. Samsung potrebbe inoltre utilizzare il sensore di impronte digitali per garantire la sicurezza delle transazioni. Un progetto importante per la casa coreana con cui potrebbe recuperare in poco tempo lo svantaggio con Apple nell'ambito dei pagamenti mobile.