Presentato ufficialmente lo scorso 9 settembre, Apple Pay è il primo sistema di pagamento creato da Apple e disponibile su iPhone 6 e iPhone 6 Plus, gli unici dispositivi dell’azienda di Cupertino dotati di NFC. Da quando è stato lanciato sono molte le banche e i negozi americani che hanno deciso di adottarlo, ma ancora tanti sono i Paesi che lo attendono. Recentemente alcune notizie riferiscono che Apple, visto il successo riscosso sul territorio a stelle e strisce, stia trattando con le banche del Brasile per portare Apple Pay nel Paese sudamericano ma oggi, finalmente, sembra che anche per l’Europa sia arrivato il proprio turno.

In queste ore, infatti, Visa Europe ha annunciato, che entro la metà di aprile saranno disponibili nuovi terminali di pagamento contactless che sfrutteranno la tokenizzazione al fine di proteggere al meglio i dati degli utenti. Questa tecnologia (la stessa utilizzata da Apple Pay) permette di non fornire i dati reali delle carte, come succede attualmente, ma dei codici monouso rilasciati dagli istituti di credito che cambiano per ogni transazione. L’arrivo di questi nuovi strumenti permetterebbe quindi ad Apple di lanciare Apple Pay in Europa.

Apple Pay

Visa, intanto, non ha confermato l’arrivo del servizio di pagamento di Apple ma, una dichiarazione su Reuters lascia ben sperare. Il CDO dell’azienda Steve Perry ha infatti svelato che tra Apple e Visa c’è un accordo ed ha aggiunto: “Sono emozionato come tutti, ma dobbiamo aspettare”.

Da Cupertino non hanno ancora fatto sapere quando Apple Pay arriverà in Europa anche se, secondo quanto riferisce 9to5mac, il lancio del servizio nel Regno Unito avverrà nella prima metà dell’anno. Non ci resta, dunque, che attendere.