Alcuni giorni fa avevamo segnalato un imminente aggiornamento per la versione iOS di VLC, con una breve comparsa sull'App Store prima di essere nuovamente ritirato, dopo la più lunga rimozione dovuta alla mancata compatibilità con iOS 8. Il famoso player multimediale ha mostrato sin dall'inizio anche sulla piattaforma mobile Apple molte delle principali qualità che lo hanno reso una scelta per molti sui sistemi desktop: gratuità, leggerezza, efficienza, buona gestione delle risorse di rete e parco pressoché completo di formati supportati. La versione 2.4.1 ha sancito il ritorno ufficiale, con una interessante serie di novità.

vlc241ios-1

La 2.4.1 aggiunge alcuni bugfix a quanto già apportato dalla ritirata 2.4.0, che comprende l'ottimizzazione per iPhone 6 e 6 Plus, modifiche alla visuale per iPad della raccolta multimediale, possibilità di cercare contenuti al suo interno, sincronizzazione in tempo reale tra video e audio con sottotitoli e uno schema URL personalizzato che consente di aprire VLC direttamente partendo da un link in un'altra app. Ma è nelle funzionalità di rete che la rinnovata release ha il suo punto forte: insieme al supporto per media server locali, inclusi quelli basati su Plex, e flussi remoti, è ora in grado di caricare file su Dropbox e Google Drive o accedere a quelli già presenti. Aggiunte di rilievo che migliorano ulteriormente un prodotto che potrebbe essere tranquillamente considerato tra gli essenziali per ogni utente di iDevices.

vlc241ios-2

VLC è disponibile per il download gratuito dall'App Store oppure come aggiornamento per coloro che l'avessero già installata in precedenza. La giornata odierna segna pure l'arrivo della versione 1.1.0 su Android, che riceve una nuova interfaccia in linea col Material Design di Google, la compatibilità con API specifiche di Lollipop, il gesto pull-to-refresh per aggiornare i contenuti e il supporto ai dispositivi Android TV. Come riporta AndroidPolice, almeno per ora l'accesso è ancora limitato ai soli tester iscritti al programma Beta dedicato su Google+, mentre sul Play Store rimane pubblicamente disponibile solo un vecchio rilascio preliminare. Anche Windows Phone, spesso bistrattato dai grandi nomi, ha il suo momento di gloria con versione dedicata. Per Windows 8.1 e RT occorrerà attendere qualche giorno, quando arriverà un importante update che la renderà Universal App, con lo stesso codice eseguito tanto su smartphone e tablet quanto su computer tradizionali con la modalità a finestra prevista in Windows 10.

Nel frattempo, anche la versione classica per Mac e PC ha ricevuto numerose migliorie. Soprattutto su OS X, la 2.2.0 ha fatto notevoli passi avanti in termini di interfaccia e strumenti.

vlc22mac-1

Saltano all'occhio i piccoli cambiamenti grafici al fine di armonizzarlo maggiormente con lo stile di Yosemite, sia con tonalità chiara sia scura. Per la visione dei video è stata aggiunta una modalità automatica per la rotazione dei video: dove possibile, sfrutterà l'accelerazione hardware per ruotare in tempo reale nel formato orizzontale più corretto filmati ripresi in verticale. Per quanto riguarda i formati, vi è qualche novità tra quelli meno conosciuti ma si è pensato soprattutto a migliorare le prestazioni con quelli esistenti, in particolare con un occhio alle risoluzioni 4K e superiori. Dalle versioni mobili arriva la possibilità al riavvio dell'app di riprendere un video da dove lo si era fermato. Infine, è stato integrato un gestore di download, valido anche per i sottotitoli.

vlc22mac-2

VLC 2.2.0 è disponibile per OS X, Windows e Linux dal sito ufficiale oppure come pacchetto Over-The-Air se già presente nel proprio sistema. Si tratta di fatto solo dell'inizio di un anno ricco di rilasci: è previsto infatti l'arrivo della 3.0, che a detta degli sviluppatori aumenterà ancora il livello di qualità del lettore con numerose funzioni. Non ci resta che attendere pazientemente ulteriori dettagli a riguardo nel corso dei prossimi mesi.