Se c'è un obiettivo che un utilizzatore Canon spesso invidia ai possessori di fotocamere Nikon è sicuramente il Nikkor 14-24 f/2.8. Una lente full frame dal campo di visuale molto ampio (104° orizzontali e 114° in diagonale) e dall'ampia apertura. Oggi però Canon presenta un obiettivo che cercherà di ridefinire il concetto di "grandangolo", il Canon EF 11-24mm f/4L, dallo sbalorditivo campo di visuale 117° e 126° (orizzontale / diagonale).

canon-ef-1124

Ecco le caratteristiche principali:

  • Costruzione: 16 elementi in 11 gruppi
  • Diaframma: 9 lamelle
  • Apertura massima e minima: f/4 - f/22
  • Minima distanza di messa a fuoco: 28 cm a 24 mm
  • Autofocus: USM Full time Manual Focus
  • Tropicalizzazione: sì
  • Dimensioni: 108 x 132 mm
  • Peso: 1180 g

Facciamo qualche paragone, inevitabile, con il Nikkor 14-24 f/2.8. L'apertura massima è a vantaggio di Nikon, ma vogliamo veramente immaginarci un 11mm f/2.8? Le dimensioni sono già abbastanza generose, infatti la lunghezza è la stessa per entrambi gli obiettivi (132mm) ma il diametro è di 1 cm inferiore per il Nikon (98 mm contro 108). Anche per questo motivo il peso del Canon è maggiore di circa il 18% (1180 gr contro 1000). Potete avere un'idea rappresentativa delle dimensioni nell'immagine sottostante.

nikon-canon

SaggiaMente ha avuto modo di toccare con mano il nuovo obiettivo quando è stato presentato, due giorni fa a Londra, insieme alle Canon EOS 5Ds e 5Ds R. Al tatto è un obiettivo che fa sentire tutta la sua qualità costruttiva, solido e ben costruito, ricordiamo che è tropicalizzato e resistenze alle infiltrazioni di polvere. La grande lente frontale è imponente, anche più del Nikon 14-24, è sicuramente tra le più grandi costruite per una lente non fisheye. Il fatto che si tratta di una lente rettilinea lo rende unico, quando inquadriamo con il mirino l'effetto è molto strano, non siamo abituati a vedere tanto con un obiettivo. Le linee rimangono distorte al minimo, considerando il tipo di lente sembra sia stato fatto un buon lavoro per contenere la distorsione, almeno questa è la nostra impressione preliminare. Distorsione ed aberrazioni non sono un grandissimo problema nella fotografia di oggi, con poco sono correggibili, ma vedo un possibile utilizzo anche nel campo video. Sicuramente solleticherà la fantasia di videomaker alla ricerca di effetti particolari e angoli di vista insoliti. Oltretutto l'autofocus è molto veloce e silenzioso ed è possibile correggere la messa a fuoco manualmente senza spostare il selettore (Full-Time Manual Focus).

11-14-schema-ottico

Vi mostriamo, in anteprima, lo schema ottico del Canon EF 11-24mm f/4L. Gli elementi di alta qualità ci sono tutti, il "fluorine coating" è un rivestimento che evita allo sporco e alle gocce d'acqua di rimanere sulla lente, ma non solo, in combinazione con gli elementi UD e super UD (Ultra low Dispersion) consente di contenere al minimo le aberrazioni cromatiche (approfondimento su Canon Europe). Una lente asferica "ground" è la più difficile e costosa da produrre, ma fornisce il miglior risultato possibile nel concentrare la luce in un punto preciso, per una migliore definizione. Le altre due lenti asferiche "molded" non sono qualitativamente eccellenti come quella di tipo "ground", ma sono efficaci e comunque di inferiori dimensioni non interferendo in maniera così decisiva sul risultato. L'analisi termina con il rivestimento SWC, che ha lo scopo di eliminare le riflessioni interne, cioè il flare. Sicuramente una lente all'altezza della concorrenza sulla carta e dalle prime impressioni dal vivo: solida, con un AF velocissimo e silenzioso, uno schema ottico di prima qualità e dalle focali interessanti. Probabilmente molti penseranno che si tratta di una "lente trofeo" ma trovo molto affascinante avere a disposizione obiettivi così particolari, che stimolano la fantasia del fotografo e spingono più in là le specifiche tecniche. Non resta che aspettare di poterla testare sul campo, magari con l'incredibile risoluzione di 50 mpx delle nuove fotocamere Canon. Proprio riguardo a questo cito, in chiusura, le parole del responsabile Canon Europa durante la presentazione a cui abbiamo assistito a Londra:

"...sia questo che tutti gli obiettivi prodotti da Canon fin dal 2010 sono già pronti per sfruttare sensori così risoluti". Mike Owen, Canon Europa