Google potrebbe aggiungere presto dei servizi privati ed offline all'applicazione foto di Google+. Infatti, secondo quanto riportato da TechCrunch, la società di Mountain View ha acquistato Odysee, un'app per iOS e Android che consente di eseguire automaticamente il backup di foto e video scattate con fotocamere o smartphone. Il servizio offerto si differenzia da altri applicativi di gestione e archiviazione. Difatti, offre la possibilità di avere un backup automatico senza compressioni sul proprio computer e non su di un cloud pubblico. Inotre, gli sviluppatori hanno incluso una funzione di caching nel caso in cui il computer fosse offline o con connessione lenta. Permette, inoltre, di impostare una condivisione automatica e privata con altre persone. L'acquisizione è stata annunciata da una nota sulla home di Odysee, oltre che da una notifica agli utenti in cui si spiega il processo di chiusura del servizio: dal 23 febbraio non si potranno effettuare più upload, le foto e video già caricati saranno disponibili in un archivio scaricabile. L'app è stata anche ritirata da App Store e Play Store.

odysee-google

L'acquisizione potrebbe rivelarsi molto importante per Google, infatti ci sono già state delle voci secondo cui potrebbe separare completamente il servizio foto da Google+, che versa in grave crisi.