exynos-7-octa

Qualche giorno fa ARM ha presentato la tecnologia Cortex-A72, che offre prestazioni migliori e consumi massicciamente ridotti rispetto l'attuale Cortex-A57. La migliore ottimizzazione energetica è data in parte dal processo produttivo FinFET a 16nm, ma la realizzazione non è prevista prima del 2016. Nel frattempo Samsung annuncia il suo Exynos 7 Octa, il primo chip ad arrivare sul mercato con tecnologia 3D FinFET a 14nm (l'Exynos 7 attuale sfrutta invece il processo produttivo a 20nm). Grazie alle nuove tecnologie offrirà il 20% di prestazioni in più e il 35% in meno di consumo. Visto che Samsung ha rifiutato di adottare lo Snapdragon 810 nei suoi terminali, è facile che il nuovo Exynos 7 Octa possa alimentare i futuri top di gamma della casa, tra cui l'atteso Galaxy S6 che sarà presentato l'1 marzo.