Poco meno di due settimane fa dalle indiscrezioni del solito Mark Gurman di 9to5Mac si era venuti a conoscenza di un'imminente evoluzione del "Programma Riuso & Riciclo", destinato ad estendersi anche agli smartphone di altre case produttrici. Oggi la testata americana ha fornito ancora una volta la prova di essere sul pezzo, dal momento che l'indiscrezione è divenuta realtà.

nuovoriusoericiclo

Con l'ufficialità odierna si scoprono inoltre ulteriori dettagli prima d'ora solo presunti: il primo è che, come si può vedere nello screenshot qui sopra proveniente dalle pagine degli Store italiani (ad esempio Roma Est), il programma non è riservato ai soli USA ma coinvolge anche i principali paesi europei incluso il nostro. Il secondo dettaglio riguarda le piattaforme di provenienza accettate, che oltre al già sicuro Android comprendono pure Windows Phone e BlackBerry. C'è però un particolare da non sottovalutare, ossia l'indicazione "tra quelli che rientrano nell'iniziativa". Benché non vi sia una lista vera e propria, possiamo presupporre che i terminali di alcuni produttori minori potrebbero non essere considerati e tra quelli maggiori non tutti gli smartphone sarebbero coperti, tendendo solo a ciò che ha un effettivo valore commerciale. Come era già stato anticipato il 16 marzo scorso i dipendenti si stanno sottoponendo a corsi appositi al fine di fornire le quotazioni più appropriate al prodotto ritirato e alle sue condizioni.

Come funzionerà l'intero processo? Sarà molto simile a quello sinora applicato per i soli iPhone e iPad: si porterà il dispositivo da cedere all'Apple Store, verranno verificate le condizioni estetiche e funzionali, infine si riceverà la proposta economica (è bene ovviamente mantenere basse le aspettative rispetto a una vendita online, che è sì più remunerativa ma anche meno rapida). Qualora si acconsentisse a procedere, sarà consegnata al cliente una carta regalo che si potrà utilizzare subito come sconto su un nuovo iPhone. Contrariamente a un trasferimento da iPhone ad iPhone, però, l'assistenza per l'importazione dei dati sarà limitata ai soli contatti, pertanto è bene effettuare un backup di tutto il resto prima di recarsi per la permuta. Nessun segnale, almeno per ora, di un cambiamento per la variante online del programma, la quale continua a prevedere i Melafonini come unica scelta di partenza nell'ambito smartphone. Confidiamo però si tratti solo di questione di poco tempo, anche e soprattutto perché non avrebbe senso escludere un canale che già da alcuni anni permette di fare simili operazioni coi computer non Apple. Non resta che attendere.