Nel keynote di ieri abbiamo avuto modo di ammirare il nuovo MacBook: un portatile che, a mio avviso, segna una pietra miliare come il primissimo Air, ma che non è ancora all'altezza di tutti i suoi fratelli maggiori. Certo per chi è attento al design e non ha particolari esigenze di potenza è grandioso, ma per chi usa accessori USB/Thunderbolt o programmi come Parallels, inizia ad essere veramente limitato.

macbook-specs-expansion-201501

Una sola porta USB-C, dedicata anche all'alimentazione (per saperne di più vi consiglio di leggere l'articolo di Razziatore sul lancio del nuovo portatile) è un grosso limite anche per chi è abituato a collegare il proprio portatile ad un monitor esterno o ad un proiettore: per questo, Apple ha introdotto sul suo store una serie di adattatori.

adattatori-usbc

  • USB-C a AV digitale costa 89€ e collegandolo alla USB-C del MacBook fornisce tre porte: uscita HDMI, USB 3.1 più una ulteriore USB-C utilizzabile per l'alimentazione.
  • USB-C a VGA molto simile al precedente, anche nel prezzo, questo adattatore si differenzia soltanto dal fato che l'uscita video è analogica in standard D-SUB.
  • USB-C a USB con 19€ si può acquistare l'adattatore che, a mio avviso, Apple avrebbe dovuto inserire gratuitamente nella confezione. Questo consente semplicemente di convertire la USB-C in una USB standard (3.1 compatibile con 3.0).

Interessante notare che nelle specifiche del nuovo MacBook è indicato che la porta USB-C include una uscita video nativa DisplayPort 1.2, tuttavia non c'è al momento sullo store un cavo per poterla sfruttare. In tutti i casi Apple ha dunque previsto la possibilità di collegarsi ad un Cinema Display (tutta da vedere la compatibilità con il Thunderbolt Display).

In cuor mio spero che presto siano messi in commercio anche dei dock USB-C (simili a quelli Thunderbolt) che permettano una maggiore espandibilità del MacBook o quanto meno anche un semplice HUB che moltiplichi le porte, altrimenti non sarà possibile neanche collegare due periferiche USB contemporaneamente.