Apple ha appena ufficializzato che dall’8 al 12 giugno si terrà la WWDC 2015, ovviamente e come sempre a San Francisco. La maggior parte dei biglietti (dal costo di $1.599,00) sarà sorteggiata tra chi si candiderà come partecipante a partire da questo venerdì direttamente dal sito della società, mentre alcuni incontri verranno trasmessi anche in streaming. Il keynote inaugurale si terrà l’8 giugno dal palco del Moscone West Center: storicamente, la presentazione è sempre stata la finestra da cui Apple ha annunciato le novità che arriveranno in autunno con il rilascio delle nuove versioni di OS X e iOS. L’invito, invece, è alquanto criptico: le icone stilizzate delle app di iOS (di forma quadrata con gli angoli arrotondati) e Watch OS (di forma, invece, prettamente circolare, come il logo e alcune app di OS X - Foto, iTunes, App Store e iBookstore in primis) compongono una sorta di fiore stilizzato, sovrapponendosi tra loro. Al centro del logo così creato campeggia la scritta "L'epicentro del cambiamento".

Schermata 2015-04-14 alle 16.13.55

Dunque, cosa ci aspetta? La parola "epicentro" è di solito riferita al punto della Terra in cui origina un terremoto: Apple, dunque, avrebbe in programma un fortissimo cambiamento per le sue piattaforme, che potrebbe transitare da un quasi sicuro aumento delle API di WatchKit ad una maggiore integrazione fra i dispositivi iOS, Apple Tv e i Mac. Del resto, potrebbe essere anche il momento per il lancio (o quanto meno per la presentazione con un lancio posticipato) del nuovo set top box di Cupertino che, ricordiamo, nelle intenzioni dei suoi ingegneri dovrebbe essere l'hub a cui collegare i dispostivi che supportano HomeKit. Infine, Apple potrebbe annunciare anche nuovi servizi, come il tanto atteso servizio di streaming musicale basato su Beats (e proprio oggi il sempre ben informato Mark Gurman ha fatto intendere un suo probabile lancio in occasione della prossima WWDC) e, perché no, nuove funzionalità per iCloud.

Insomma, contrariamente alle indiscrezioni che si erano susseguite in questi giorni su un possibile iOS 9 inteso come release di mantenimento a là Snow Leopard, di novità in arrivo potrebbero essercene davvero tante. Il consiglio, quindi, è di segnare la data nel proprio calendario.